Un viaggio promozionale del Consorzio turistico.
Negli alberghi da Salò a Limone arrivano le prenotazioni

Spagnoli innamorati delle bellezze del lago

08/06/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Potrebbe essere la Spagna una delle carte da gio­care in futuro dal tur­is­mo garde­sano. Anzi, la car­ta è sta­ta but­ta­ta sul tavo­lo nei giorni scor­si e si sta già ril­e­van­do un buon carico.Questa è l’im­pres­sione ripor­ta­ta da Mar­co Girar­di, diret­tore del con­sorzio altog­a­rde­sano, pre­siedu­to da Chic­co Risat­ti (sin­da­co di Limone) che rac­coglie cir­ca 200 strut­ture ricettive tra Salò e Limone. Girar­di è appe­na tor­na­to da un lun­go giro di lavoro, che lo ha vis­to all’­opera a Madrid, Val­ladol­id e Bar­cel­lona, in com­pag­nia dei rap­p­re­sen­tan­ti di altri oper­a­tori tur­is­ti­ci (lago d’Iseo, Adamel­lo) su inizia­ti­va di Bres­ci­a­tourism, pre­sente a sua vol­ta con il pres­i­dente Alessio Meri­go ed il diret­tore Mas­si­mo Ghidelli.Le novità? «Forse la mag­giore è che sti­amo sco­pren­do un grande Paese che ha sete del lago. Quan­do, in moltepli­ci occa­sioni, abbi­amo pro­pos­to il Gar­da, vede­va­mo gli occhi sgra­nati. Infat­ti, in Spagna non han­no laghi, men­tre non sono car­en­ti di mare e mon­tagne. A piacere, del lago è sta­ta la sua com­pletez­za, ci han­no det­to, con l’en­troter­ra, l’enogas­trono­mia, la pos­si­bil­ità di prati­care sport».E i risul­tati non sono man­cati, vis­to che all’in­do­mani del rien­tro di Girar­di, le preno­tazioni iniziano a pio­vere sul Con­sorzio che, poi, le gira agli alber­ga­tori. Si và dai gior­nal­isti ai grup­pi, com­pre­so uno di una venti­na di per­sone tra cui una cop­pia che vuole venire sul Gar­da per sposarsi.Il sog­giorno-tipo di uno spag­no­lo sul Gar­da è di 5–6 giorni e prevede anche una pun­ta­ta in cit­tà per vis­ite di carat­tere cul­tur­ale. Il mez­zo più sem­plice ed eco­nom­i­co per il trasfer­i­men­to è sen­z’al­tro l’aereo con almeno due com­pag­nie low cost: la che fa rot­ta su Orio al Serio, e la Air Italy, che col­le­ga Verona ad otto cap­i­tali europee, com­pre­sa Madrid, ma che vola anche su Bar­cel­lona per un cos­to di 35 euro per l’an­da­ta. Sot­to l’aspet­to dei col­lega­men­ti, un altro impor­tante appun­ta­men­to è in pro­gram­ma con i rap­p­re­sen­tan­ti di alcune com­pag­nie aeree low coast, oggi a Malcesine.Nella pun­ta­ta spag­no­la, Girar­di e i bres­ciani han­no effet­tua­to un lun­go per­cor­so a tappe, in aereo, bus, treno, illus­tran­do le carat­ter­is­tiche del­la nos­tra provin­cia ad oper­a­tori e gior­nal­isti spagnoli.Sul Gar­da la sta­gione tur­is­ti­ca è già entra­ta nel vivo, ma non sem­pre ha col­ori smaglianti. Ci sono ris­tora­tori che si lamen­tano men­tre le cose van­no piut­tosto bene per affit­ta­camere o per chi offre la for­mu­la «notte e pri­ma colazione».

Parole chiave: