Avviata la raccolta dei rifiuti organici per il compost. Il sindaco: «Vogliamo arrivare al 35 per cento»

Spazio alla differenziata

08/12/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Lona­to ha deciso di avviare conc­re­ta­mente la del rifi­u­to organ­i­co. Per sen­si­bi­liz­zare le famiglie in questi giorni un incar­i­ca­to del Comune, muni­to di tessera di riconosci­men­to, ha com­in­ci­a­to a vis­itare tutte le abitazioni per con­seg­nare mate­ri­ale illus­tra­ti­vo ed una pic­co­la pat­tumiera di col­ore mar­rone. In questo con­teni­tore dovrà essere col­lo­ca­to il sac­chet­to da riem­pire esclu­si­va­mente con i rifiu­ti organi­ci, cioè gli scar­ti e gli avanzi di cuci­na, ma anche erba tagli­a­ta, residue da sfal­ci e potature, fiori sec­chi, tovagli­oli di car­ta, paglia, segatu­ra. Almeno ogni due giorni il sac­chet­to, ben chiu­so, dovrà essere quin­di ripos­to negli apposi­ti cas­sonet­ti mar­roni dis­tribuiti su tut­to il ter­ri­to­rio lonatese. I rifiu­ti organi­ci rac­colti saran­no intera­mente rici­clati e servi­ran­no per la pro­duzione di com­post, un par­ti­co­lare ter­ric­cio utile per l’agricoltura e il gia­r­di­nag­gio. L’obiettivo finale — ricor­dano il sin­da­co Peri­ni e l’assessore all’ecologia Bac­cinel­li — è quel­lo di rag­giun­gere, come pre­scrive la legge, «il 35% di rac­col­ta dif­feren­zi­a­ta. Un pic­co­lo sfor­zo in più che con­tribuirà a miglio­rare la qual­ità dell’ambiente e a recu­per­are risorse impor­tan­ti che altri­men­ti sareb­bero spre­cate». Lona­to crede dunque sem­pre più nel­la scelta del «dif­feren­zi­a­to» come prog­et­to qual­i­ta­ti­vo del suo domani. Di qui il prog­et­to di un con­sis­tente allarga­men­to del perimetro dell’isola eco­log­i­ca pos­ta in local­ità Ras­si­ca vici­no al depos­i­to comu­nale, lun­go la stra­da che por­ta ad Esen­ta. Per rad­doppi­are ques­ta piaz­zo­la che riceve in apposi­ti cas­soni i mate­ri­ali più dis­parati, dal­la car­ta al vetro, dal­la plas­ti­ca al met­al­lo, l’Amministrazione comu­nale ha deciso di spendere una parte dei sol­di che saran­no rica­vati dall’alienazione dell’ex macel­lo e dell’ex carcere. «Un cal­do invi­to — aggiun­gono sin­da­co e asses­sore — viene riv­olto a tut­ti i cit­ta­di­ni, per­ché fac­ciano pro­pria l’indicazione dell’Asm e separi­no i vari tipi di rifi­u­to. Parte di quel­lo che scar­ti­amo può tornare nel­la natu­ra sen­za pro­durre dan­no». Il cen­tro mul­tirac­col­ta di via Ras­si­ca (l’unico a Lona­to) è aper­to lunedì, mer­coledì e ven­erdì dalle 13.30 alle 17.30, mart­edì, giovedì e saba­to dalle 8.30 alle 13.30. Ulte­ri­ori infor­mazioni all’ufficio tec­ni­co comu­nale di piaz­za Mar­tiri del­la Libertà.

Parole chiave: