Illustrato il progetto di soccorso. Interventi programmati per ora solo la domenica. Il servizio di salvataggio garantito da giugno a ottobre Una decina gli animali pronti sul gommone e a terra

Spiagge più sicuregrazie ai cani-bagnino

26/04/2009 in Attualità
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Cani-bagni­no ques­ta estate a Salò, toc­cherà a loro con­trol­lare chi si tufferà nelle acque del lago. Mar­co Ravanel­li, il coman­dante del­la Guar­da costiera, che ha la sede al sec­on­do piano dell’ex Liceo, e Aldo Sil­vestri, asses­sore comu­nale alla , han­no deciso di portare avan­ti l’idea, siglan­do un accor­do con l’Associazione ital­iana cani da salvataggio.«Da giug­no alla fine di agos­to ter­re­mo d’occhio il trat­to da Bar­bara­no al gol­fo, sino al con­fine con S. Felice del Bena­co – spie­ga Luca Zioni, adde­stra­tore, uno dei ref­er­en­ti di zona -. Sare­mo pre­sen­ti ogni domeni­ca, dalle 11 del mat­ti­no all’imbrunire. Svol­ger­e­mo la sorveg­lian­za in stret­to con­tat­to con la Guardia costiera. Due unità saran­no impeg­nate sul gom­mone, che rimar­rà in acqua, e una sul lun­go­la­go. Una deci­na in tut­to gli ani­mali che si alterneranno».Terranova, labrador e gold­en retriv­er nuotano sicuri e decisi, sen­za un atti­mo di inde­ci­sione, uni­ti nel­la stes­sa mis­sione: portare soc­cor­so a chi annas­pa, e, mag­a­ri, non ha nem­meno la forza di chiedere aiu­to. «Un ter­ra­no­va – assi­cu­ra Zioni, che abi­ta a Vil­la di Salò — può andare fino a due chilometri di dis­tan­za, e trascinare a riva 30 per­sone attac­cate a una cor­da. Col ver­ri­cel­lo di un eli­cot­tero si cala da un’altezza di 30 metri. Negli ulti­mi anni abbi­amo col­lab­o­ra­to con la motovedet­ta del­la Guardia costiera di Gen­o­va, e parte­ci­pa­to ad eserci­tazioni con l’aeronautica mil­itare. Siamo dis­lo­cati all’Idroscalo di , dove esiste la base prin­ci­pale, e in vari pun­ti dei litorali al mare».L’anno scor­so nel gol­fo è sta­ta effet­tua­to una eserci­tazione del­la Pro­tezione civile, che ha coin­volto i mezzi nau­ti­ci e ter­restri di Sta­to, Polizia locale, Volon­tari del Gar­da, e il per­son­ale san­i­tario del 118.L’obiettivo: tastare l’effettiva capac­ità, tem­pes­tiv­ità ed effi­cien­za di inter­ven­to, in modo da rispon­dere in maniera effi­cace alle richi­este di un numero sem­pre cres­cente di unità da dipor­to, e dei tur­isti. I cani sono adde­strati ad inter­venire appe­na vedono qual­cuno in dif­fi­coltà, e si lan­ciano imme­di­ata­mente. Lo scor­so agos­to, sul lago di Mol­veno, nel Trenti­no, un ped­alò con quat­tro per­sone a bor­do e una bam­bi­na è affondato.Berry, un ter­ra­no­va mas­chio, e syr­ia, un Labrador fem­mi­na, che effet­tuano il pat­tuglia­men­to esti­vo sulle spi­agge, han­no evi­ta­to con­seguen­ze dram­matiche. E l’ambulanza di del­la Paganel­la ha por­ta­to in ospedale i bag­nan­ti, già in sta­to di ipoter­mia.

Parole chiave: - -