Sposarsi al Vittoriale: annunciata la convenzione per matrimoni e unioni civili

13/11/2017 in Attualità
Di Redazione

Io get­to a voi tut­ti i miei fiori del Vit­to­ri­ale,
per­ché da voi sieno intrec­ciati alle cer­i­monie di questo rito d’amore e d’or­goglio.

Avrebbe cer­ta­mente gioito Gabriele d’An­nun­zio nel vedere la dimo­ra da lui fat­ta erigere a mon­u­men­to del­la sua “vita inim­itabile” divenire il pal­cosceni­co del sen­ti­men­to che più di tut­ti esaltò con la sua opera poet­i­ca.
La Fon­dazione Il e la Cit­tà di Gar­done Riv­iera han­no infat­ti stip­u­la­to l’attesissima con­ven­zione per la cel­e­brazione dei mat­ri­moni e delle unioni civili pres­so quel­la che da “estremo lasc­i­to del Vate al popo­lo ital­iano” è divenu­ta la casa- più vis­i­ta­ta d’Eu­ropa.
Riap­pro­pri­atosi dei pro­pri spazi orig­i­nari gra­zie al prog­et­to Ricon­quista e arric­chi­tosi nel cor­so degli ulti­mi anni di numerose opere d’arte – tan­to da pot­er essere con­sid­er­a­to anche un vero e pro­prio museo di arte con­tem­po­ranea a cielo aper­to — il Vit­to­ri­ale mette ora a dis­po­sizione delle cel­e­brazioni l’Au­di­to­ri­um, sul quale veg­lia l’aero­plano bipos­to che accom­pa­g­nò il Vate nel cele­bre volo su Vien­na, e i Log­giati, affac­ciati sul­la casa del Poeta, da cui si gode una vista mer­av­igliosa sul Lago di Gar­da.
Un accor­do che fa segui­to alle numero­sis­sime richi­este avan­zate dal­l’I­talia e dal­l’es­tero di pot­er cel­e­brare il pro­prio mat­ri­mo­nio dove natu­ra, sto­ria, poe­sia e arte si unis­cono in un con­nu­bio per­fet­to.

Accoglier­e­mo chi si vor­rà unire qui, al Vit­to­ri­ale, con lo splen­dore che Gabriele d’Annunzio avrebbe ris­er­va­to agli ospi­ti più amati”, ha det­to il Pres­i­dente , “e offrire­mo tut­to l’incanto di un luo­go uni­co al mon­do, come la loro felic­ità: un gioiel­lo incas­to­na­to nel­la coro­na del Gar­da e di Gar­done Riv­iera.”

La cel­e­brazione del mat­ri­mo­nio in un luo­go incan­ta­to con la certez­za di trasmet­tere un’emozione uni­ca e indi­men­ti­ca­bile” ha com­men­ta­to così il Sin­da­co di Gar­done Riv­iera, Andrea Cipani.