Da domani le strade del territorio municipale saranno tappezzate dai manifesti

Spot choc del Comune: killer chi guida ubriaco

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

«Chi gui­da ubri­a­co o droga­to ha la vocazione dell’assassino»: non usa mezzi ter­mi­ni il sin­da­co di Peschiera e accende i riflet­tori diret­ta­mente sul­la volon­tà e quin­di respon­s­abil­ità dell’individuo sceglien­do la frase (di Michele Ser­ra) che da lunedì com­par­irà su una cinquan­ti­na di man­i­festi aff­is­si nel ter­ri­to­rio comunale.«Si trat­ta sicu­ra­mente di un mes­sag­gio forte, volu­ta­mente provo­ca­to­rio. Ma la provo­cazione a volte serve e viene usa­ta per smuo­vere, far par­lare. Ognuno è libero di pen­sar­la come vuole, ma ci sono cose che devono essere rispet­tate come la vita degli altri. Per­sone che escono tran­quille la sera, mag­a­ri non han­no nem­meno l’abitudine di bere e finis­cono per subire le con­seguen­ze di chi ha deciso di com­por­tar­si diver­sa­mente. Per­ché di questo si trat­ta: per quante regole si pos­sano met­tere la dif­feren­za», sot­to­lin­ea Chin­car­i­ni, «la fan­no sem­pre la pro­pria tes­ta e coscien­za. Una cosa è bere un buon bic­chiere di , altro è esager­are nel con­sumo. E su questo ho scel­to di met­tere l’accento. I dati sul­l’u­ti­liz­zo di alcool e droghe dicono che l’età media dei con­suma­tori con­tin­ua ad abbas­sar­si; sino­ra il fenom­e­no prob­a­bil­mente è sta­to sot­to­va­l­u­ta­to ma adesso ci sono diver­si piani di inter­ven­to che vedono impeg­nate le varie isti­tuzioni. A noi Comu­ni il com­pi­to e la pos­si­bil­ità di muover­ci ad un liv­el­lo più imme­di­a­to rispet­to, ad esem­pio, alle cam­pagne di infor­mazione e sen­si­bi­liz­zazione atti­vate dai Sert e dalle Ulss».Accanto ai man­i­festi Chin­car­i­ni pre­an­nun­cia la dis­tribuzione a tut­ti i bar di car­tonci­ni su cui sono ripor­tate alcune norme di com­por­ta­men­to. «L’abbiamo già fat­to lo scor­so anno», ricor­da, «e mi pare che tut­ti gli eser­centi abbiano provve­du­to a esporre lo stam­pa­to. Tut­to questo viene fat­to in accor­do e col­lab­o­razione con la Prefet­tura che ci ha dota­to di una nuo­va stru­men­tazione per il ril­e­va­men­to dei tas­si alcol­i­ci: si trat­ta di sis­te­mi più sem­pli­ci di quel­li tradizion­ali e che la nos­tra Polizia munic­i­pale uti­lizzerà in orario sia diurno che not­turno. Dal can­to nos­tro, relazioner­e­mo la Prefet­tura sui risul­tati di ques­ta attiv­ità di controllo».L’ultimo accen­no del sin­da­co è per le isti­tuzioni che, dice, «stan­no cer­can­do di affrontare il prob­le­ma sot­to vari aspet­ti. In questo sen­so van­no con­sid­er­ate alcune inizia­tive come l’istituzione di un servizio di pull­man che trasportano i ragazzi ver­so le méte del diver­ti­men­to evi­tan­do così che deb­bano met­ter­si in macchi­na. Allo stes­so modo, e par­lo per Peschiera, va con­sid­er­a­ta la pre­sen­za di un numero mag­giore di locali che riman­gono aper­ti sino alle prime ore del­la notte. So che la pre­sen­za di queste attiv­ità può essere un prob­le­ma per chi abi­ta in zona; ma bisogna anche pen­sare al fat­to che fer­man­dosi nei bar del pos­to, molti gio­vani di Peschiera non usano l’auto».

Parole chiave: -