Al Martinelli

Stagione teatrale e Accademia all’inaugurazione

Di Luca Delpozzo
g.b.

Domeni­ca, con una cena di gala, sarà pre­sen­ta­ta la pri­ma sta­gione del Teatro comu­nale Diego Mar­tinel­li di San­drà, che inizierà il 12 otto­bre. «L’idea di una ser­a­ta per la pre­sen­tazione del cartel­lone è dovu­ta al deside­rio di sot­to­lin­eare l’importanza di ques­ta strut­tura», spie­ga Gior­gio Avanzi­ni, pres­i­dente dell’associazione Castel­n­uo­vo arte e cul­tura cui è sta­ta affi­da­ta la ges­tione del Mar­tinel­li. «Sin dagli inizi abbi­amo lavo­ra­to per tessere accor­di con pro­duzioni e spet­ta­coli che con­fer­mi­no che questo di San­drà è uno spazio che va oltre la realtà locale; vi sarà sem­pre, chiara­mente, spazio anche per ques­ta, ma l’obiettivo è di portare un’offerta pro­fes­sion­al­mente molto qual­i­fi­ca­ta». Per la ser­a­ta di gala sono pre­visti jazz per gli aper­i­tivi, mimo e quar­tet­to d’archi durante la cena. Pre­vista anche la parte­ci­pazione di qualche nome noto nel panora­ma artis­ti­co nazionale, ma per ora rimane top secret. Con­tin­ua Avanzi­ni: «Nel cor­so del­la ser­a­ta sarà pre­sen­ta­to il cartel­lone che prevede tre rasseg­ne di cinque, sei ser­ate ognuna: teatro, musi­ca clas­si­ca e jazz, dal 12 otto­bre a fine feb­braio». La strut­tura di San­drà, inau­gu­ra­ta lo scor­so anno, com­prende oltre al Teatro l’Accademia musi­cale, diret­ta da Mar­ilin­da Berto, che pro­prio in questi giorni ha aper­to le iscrizioni per l’anno acca­d­e­mi­co 2003–2004. Ai cor­si di musi­ca, che van­no dal­la pro­pe­deu­ti­ca in su, quest’anno sono sta­ti affi­an­cati quel­li di teatro: dizione, recitazione, movi­men­to ed espres­sione cor­porea, ma anche del­la voce e del gesto saran­no gli stru­men­ti attra­ver­so i quali tut­ti gli appas­sion­ati potran­no avvic­i­nar­si a quest’arte. Pre­visti anche una serie di stages sul truc­co, le luci e tut­to ciò che ruo­ta attorno all’attività teatrale, oltre ad un ciclo di 10 incon­tri sul­la sto­ria del­la musi­ca abbina­ta alla sto­ria dell’arte e del­la let­ter­atu­ra. Sia per il teatro che per la musi­ca il cal­en­dario è sta­to sud­di­vi­so in cor­si ordi­nari — che si con­clud­er­an­no a mag­gio con tan­to di esame finale — e ama­to­ri­ali; il pro­gram­ma è com­ple­ta­to dal­lo stu­dio del­la lin­gua inglese, ormai indis­pens­abile per il can­to mod­er­no e i musical.