«Natale tra gli olivi» parte con la cucina e finisce tra i fuochi. Dal 21 novembre 40 giorni di festa

Stand, mostre e presepe

29/10/2003 in Manifestazioni
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Angelo Peretti

Squadra che vince, non si cam­bia: il mot­to, caro a molti allena­tori del mon­do del pal­lone pri­ma che entrasse in auge la strate­gia del turn over, ben si adat­ta al tra gli Olivi, che nel­la quin­ta edi­zione ormai alle porte con­fer­ma la for­mu­la delle pas­sate edi­zioni, pur con qualche ritoc­co. Cer­ta­mente è sta­to sig­ni­fica­ti­vo il fat­to che già il pro­gram­ma esti­vo delle man­i­fes­tazioni ripor­tasse, almeno per som­mi capi, il pro­gram­ma inver­nale: un pic­co­lo ma impor­tante seg­no di cam­bi­a­men­to nelle politiche di comu­ni­cazione del tur­is­mo bena­cense, trop­po spes­so con­cen­tra­to qua­si esclu­si­va­mente sul­la bel­la sta­gione, dimen­ti­can­do il tar­do autun­no e l’inverno. E in questo, il Natale tra gli Olivi rap­p­re­sen­ta una delle poche impor­tan­ti eccezioni del­la riv­iera veronese. Si incom­in­cia il 21 novem­bre e si tira drit­ti sino all’ con la con­sue­ta, lunghissi­ma serie di even­ti che vedono pro­tag­o­nisti cit­tà ospi­ti e asso­ci­azioni locali. Il tut­to orga­niz­za­to dal Comune di Gar­da in col­lab­o­razione con il con­sorzio « è?», l’assessorato al tur­is­mo del­la Regione e la Pro loco. Quar­an­ta giorni di ani­mazione sul lun­go­la­go, con i tre poli del del Bor­go, del mer­cati­no nel­la piaz­za del por­to e del ten­done ris­torante nel­la piaz­za del munici­pio, con l’aggiunta delle mostre nel vici­no palazzet­to delle espo­sizioni. È nel salone-ten­da davan­ti al munici­pio che si susseguiran­no nei week­end le pro­poste enogas­tro­nomiche delle local­ità ital­iane ed estere ospi­ti dell’iniziativa: si inizia con l’austriaca Inns­bruck dal 21 al 23 novem­bre, quin­di la cit­tad­i­na tedesca di Beil­ngries dal 27 al 30, con­tin­uan­do con i man­to­vani di Ostiglia e Revere dal 5 all’8 dicem­bre, i mod­e­n­e­si di Pavul­lo nel Frig­nano (new entry del­la pas­sa­ta edi­zione) dal 12 al 14 e infine la regione Istri­ana dal 19 al 21. Se il week end è tut­to all’insegna degli ospi­ti, nei giorni infra­set­ti­manali è invece di sce­na la Pro loco di Gar­da, con pro­poste real­iz­zate diret­ta­mente, oppure in accor­do con le varie asso­ci­azioni del paese. Accan­to al ten­done del­la gas­trono­mia ci saran­no anche dei gaze­bo des­ti­nati alla ven­di­ta di prodot­ti dell’area garde­sana e baldense: dal for­mag­gio all’olio extravergine d’oliva. Sul­la stes­sa piaz­za tor­na anche, in uno stand appos­i­to, la mostra del libro. Il grande pre­se­pio sarà vis­itabile dall’8 dicem­bre. In fon­do, è questo il vero bari­cen­tro del Natale tra gli Olivi: tut­to ha pre­so le mosse pro­prio dall’iniziativa dei volon­tari del Bor­go, quan­do incom­in­cia­rono ad alle­stire la loro maxi Nativ­ità per rac­cogliere fon­di per un mis­sion­ario camil­liano impeg­na­to in Brasile, padre Adol­fo Ser­rip­ier­ro. Il prog­et­to pros­egue sec­on­do gli obi­et­tivi orig­i­nali. Il pre­se­pi­one tor­na dunque anche quest’anno: l’ambientazione, per il ter­zo anno con­sec­u­ti­vo, è quel­la del par­co del­la Rimem­bran­za, dove il tor­rente Gusa si tuffa nel lago. Gli even­ti in cartel­lone sono parec­chi: dai cori natal­izi ai con­cer­ti del­la ban­da, dagli spet­ta­coli teatrali alle ani­mazioni all’aperto. Il 31 dicem­bre ci sarà il cenone sul lun­go­la­go, con corre­do di musi­ca e fuochi d’artificio. Si chi­ude col falò dell’Epifania.

Parole chiave: -