Ciclo di incontri sull’educazione in quattro paesi

Stasera confronto a Polpenazze

29/10/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

Un’iniziativa di grande spes­sore cul­tur­ale e infor­ma­ti­vo la stan­no real­iz­zan­do i comu­ni di Cal­vagese, Padenghe, Polpe­nazze, Soiano con i rel­a­tivi asses­so­rati ai che han­no pro­pos­to il prog­et­to «Prom­e­teo, la sfi­da con­tin­ua dell’educazione» una serie di cor­si itin­er­an­ti di for­mazione per gen­i­tori ed edu­ca­tori, per l’anno for­ma­ti­vo 2003–2004. Di che cosa si trat­ta? In un pieghev­ole si legge che il prog­et­to «Prom­e­teo» è un modo orig­i­nale per conoscere, capire, dialog­a­re, crescere con gli ado­les­cen­ti e con i gio­vani. «Ado­les­cen­ti e gio­vani, figli che crescono, sogget­ti peri­colosi e peri­colan­ti, ma anche cor­ag­giosi pro­tag­o­nisti del loro e del nos­tro futuro. Nei gen­i­tori e negli edu­ca­tori sta crescen­do l’interesse a costru­ire un nuo­vo rap­por­to con il mon­do gio­vanile attuale; c’è un grande deside­rio di capire chi sono real­mente questi nos­tri ado­les­cen­ti e i gio­vani, di conoscere i loro bisog­ni più pro­fon­di, di cam­minare insieme nel dial­o­go e nel­la rec­i­p­ro­ca sol­i­da­ri­età». La pro­pos­ta del cor­so itin­er­ante di for­mazione pro­mosso dai quat­tro Comu­ni intende rispon­dere a ques­ta pres­sante doman­da for­ma­ti­va dei gen­i­tori e di quan­ti han­no com­pi­ti di respon­s­abil­ità educa­ti­va ver­so la realtà gio­vanile. I quat­tro comu­ni inter­es­sati al cor­so han­no pro­gram­ma­to una serie di quat­tro incon­tri che si svol­go­no ognuno nel pro­prio paese. A Polpe­nazze, per esem­pio, si sono già svolti tre appun­ta­men­ti dei quat­tro in pro­gram­ma, con il soci­ol­o­go Gabriele Ringh­i­ni. L’ultimo incon­tro si ter­rà stasera alle 20.30 nel­la sala con­sigliare di Polpe­nazze su «Ide­ali, val­ori e prog­et­ti dei gio­vani: cosa pen­sano, in che cosa cre­dono, cosa sper­a­no per il loro futuro. A Soiano il 12 novem­bre alle 20.30 il pri­mo appun­ta­men­to pres­so la scuo­la ele­mentare su: «I per­cor­si del­la cresci­ta ado­lescen­ziale e gio­vanile». Rela­tore, Osval­do Poli, psi­col­o­go. Gli altri appun­ta­men­ti sono così sud­di­visi: mer­coledì 19 novem­bre, l’adolescenza non è una malat­tia: i figli pos­sono dare sod­dis­fazioni, non solo pre­oc­cu­pazioni. Mer­coledì 26 novem­bre, il rap­por­to tra i gen­i­tori e figli ado­les­cen­ti e i gio­vani: come cam­biano e se ricostru­is­cono le relazioni famigliari. Mer­coledì 3 dicem­bre, l’adolescenza come «Tem­po del Padre: per­chè e quan­to è impor­tante l’intervento educa­ti­vo pater­no». Il Comune di Cal­vagese alle 20.30 pres­so la scuo­la media. Il pro­gram­ma ha quat­tro incon­tri: mer­coledì 3 mar­zo 2004, la famiglia non è un’isola: come gestire la conoscen­za educa­ti­va di tele­vi­sione, com­put­er, inter­net, tele­foni­ni, con­sum­is­mo. Rela­tore M. Bom­bardieri. Mer­coledì 10 mar­zo 2004, gen­i­tori in dif­fi­coltà, in con­flit­to, sep­a­rati: come sal­va­guardare l’efficacia dell’educazione dei figli, rela­tore G. Brichet­ti. Mer­coledì 17 mar­zo 2004, ques­ta casa non è un alber­go: come edu­care alla coop­er­azione, alla sol­i­da­ri­età e alla parte­ci­pazione respon­s­abile alla vita famil­iare, rela­tore M. Bom­bardieri. Mer­coledì 24 mar­zo 2004, l’obbedienza in famiglia è anco­ra una virtù?, quan­do gli ado­les­cen­ti non vogliono obbe­dire e man­i­fes­tano val­ori diver­si nel loro stile di vita, rela­tore G. Brichet­ti. Il Comune di Padenghe: ore 20.30 pres­so la sala poli­va­lente, com­p­lesso sco­las­ti­co di via Tali­na. Mer­coledì 14 aprile, i per­cor­si a ris­chio degli ado­les­cen­ti e dei gio­vani: trasgres­siv­ità, devien­za, dipen­den­ze, rela­tore Gabriele Ringh­i­ni. Mer­coledì 21 aprile, pre­ven­zione e recu­pero dis­a­gio del ris­chio dipen­den­ze: come cogliere i sin­to­mi del dis­a­gio e aprire un dial­o­go effi­cace con i figli, con i gio­vani, rela­tore don Piero Verzel­let­ti, psi­coter­apeu­ta del­la coop­er­a­ti­va «Il Cal­abrone». Mer­coledì 28 aprile, l’offerta di oppur­tu­nità e di servizi per ado­les­cen­ti e i gio­vani: cosa offrono i gio­vani i comu­ni, le isti­tuzioni, il volon­tari­a­to sociale, il ter­ri­to­rio. A cura del servizio sociale dei comu­ni coin­volti nel prog­et­to, mer­coledì 5 mag­gio 2004 si ter­rà una tavola roton­da con­clu­si­va: dibat­ti­to e dial­o­go aper­to tra rela­tori, gen­i­tori, edu­ca­tori, e chi vor­rà intervenire.

Parole chiave: