Stazione basso Garda, Terzi: lettera a ministero e commissario straordinario per evidenziare importanza dell’opera

14/07/2021 in Attualità
Parole chiave: -
Di Redazione

Real­iz­zare la stazione del Bas­so Gar­da sul­la lin­ea Alta veloc­ità / Alta capac­ità Bres­cia-Verona è strate­gi­co per il ter­ri­to­rio. Ho scrit­to una let­tera al Com­mis­sario stra­or­di­nario dell’AV/AC BS-VR Vin­cen­zo Macel­lo e alla direzione gen­erale Trasporti e Infra­strut­ture fer­roviarie del Min­is­tero delle Infra­strut­ture e delle Mobil­ità sosteni­bili (MIMS) evi­den­zian­do l’im­por­tan­za del­la stazione per lo svilup­po tur­is­ti­co e ter­ri­to­ri­ale e chieden­do il coin­vol­gi­men­to di rispet­to alle ipote­si in cam­po”, ha dichiara­to l’asses­sore regionale a Infra­strut­ture, Trasporti e Mobil­ità sosteni­bile, Clau­dia Maria Terzi, in mer­i­to alla mozione sul­la ‘val­oriz­zazione del Baci­no Garde­sano con la real­iz­zazione di una stazione per la trat­ta Tav’ approva­ta questo pomerig­gio in Con­siglio regionale.

SOSTEGNO DEL TERRITORIO

L’ è di com­pe­ten­za statale — ha pros­e­gui­to Terzi -, ma approvare la mozione è sta­to comunque impor­tante per seg­nalare una vol­ta di più la volon­tà del ter­ri­to­rio: del resto anche gli enti locali si sono già pro­nun­ciati in questo sen­so, così come gli stake­hold­er economici”.

Parole chiave: -