Oggi a Bardolino, sulla sponda veneta del Benaco, un «gran premio» che vale la qualificazione ai campionati europei Previsto un chilometro e mezzo di nuoto nel lago. Favorito l’olimpionico Polikarpenko

Stelle del Triathlon in gara sul Garda

19/06/2004 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Oggi dalle 12.30 si svol­gerà la 21esima edi­zione del inter­nazionale di . Le dis­tanze sono quelle olimpiche: un chilometro e mez­zo di nuo­to, 40 in bici­clet­ta, 10 di cor­sa a pie­di. L’evento richia­ma cam­pi­oni di tut­to il mon­do e centi­na­ia di appas­sion­ati. L’anno scor­so i parte­ci­pan­ti furono 1.040: record asso­lu­to. «Vol­e­va­mo una com­pe­tizione che val­oriz­zasse il nome di Bar­dolino — ha det­to il sin­da­co Pietro Meschi-. Dopo avere prova­to con i ral­ly auto­mo­bilis­ti­ci, siamo pas­sati al triathlon, che ha subito rac­colto con­sen­si». L’ideatore, Camil­lo Camet­ti, ora vicepres­i­dente dell’Ente Fiera di Verona, e numero 1 del­la Fed­er­azione ital­iana, ha spie­ga­to come il fos­se il pos­to ide­ale. Davide Bendinel­li, asses­sore provin­ciale al tur­is­mo, si è sof­fer­ma­to sull’importanza pro­mozionale, e sul fat­to che alla fine dell’estate su queste strade si dis­put­er­an­no i mon­di­ali di ciclis­mo a cronometro. Il grande favorito del­la gara è Vladimir Polikarpenko. L’ucraino, medaglia di bron­zo alle Olimpia­di di Syd­ney nel 2000, si è già impos­to per tre volte con­sec­u­tive. L’anno scor­so ha fer­ma­to il cronometro su 1.48’48″, e adesso pun­ta decisa­mente sia a ottenere il pok­er che a miglio­rare quel tem­po. Ci saran­no anche l’argentino Daniel Fontana, il croa­to Dejan Patrce­vic, lo spag­no­lo Miguel Man­so, il ceko Michal Kum­stat, tedeschi, aus­triaci, aus­traliani, eccetera. I pri­mi quat­tro ital­iani acquisir­an­no il dirit­to a parte­ci­pare agli Europei. Nes­suno degli azzur­ri sem­bra comunque in gra­do di pot­er vin­cere (l’ultimo dei “nos­tri” è sta­to Mau­r­izio De Benedet­ti, nel ’96). Tra le donne, la svizzera Mag­a­li Mess­mer (bron­zo a Syd­ney), l’austriaca Moni­ka Altenre­it­er, le ceke Lucie Zelenko­va e Rena­ta Berko­va, le ital­iane Beat­rice Lan­za e Nadia Cor­tas­sa (andran­no ai Giochi in Gre­cia). Il monte pre­mi, di 18mila euro, è uno dei più cospicui a liv­el­lo europeo. La novità mag­giore riguar­da l’allestimento (nel­la pro­va a nuo­to, il cui per­cor­so è delim­i­ta­to da cavi d’acciaio e boe) di una piattafor­ma da 40 metri x 4, che avrà un grosso impat­to tele­vi­si­vo. La frazione in bici si sno­da da Bar­dolino a Cal­masi­no, Veronel­lo (vici­no al cen­tro sporti­vo dove si allena il Chie­vo cal­cio), Cavaion, Affi, Peagne, Capri­no, Pesina, Coster­mano, Albarè, disce­sa di S. Colom­bano, e ritorno al pun­to di parten­za. Ulti­ma fat­i­ca: i due giri di cor­sa, a pie­di, sul lun­go­la­go, per con­clud­ere a Vil­la Car­rara Bot­tag­i­sio. Tra le curiosità, le 11 mila bot­tiglie d’acqua min­erale for­nite dal­la di Salò. Per questo fine set­ti­mana la riv­iera veronese pro­pone altri appun­ta­men­ti: la Fes­ta del cac­cia­tore a Cas­tion di Coster­mano (pranzi in cam­pagna, mostra d’armi e di abbiglia­men­to sporti­vo, musi­ca, bal­lo, elezione di miss Diana, ecc.), il «Go rock fes­ti­val» di Pas­tren­go (di fronte al par­co zoo safari). Stasera la com­me­dia teatrale “L’amante de leg­no” all’Arena del Tor­co­lo di Cavaion, la rap­p­re­sen­tazione teatrale nel­la caser­ma d’artiglieria di Por­ta Verona a Peschiera e il con­cer­to dei «Musi­ci di San­ta Cecil­ia» nel castel­lo di Malcesine.