Stipulata la convenzione tra il consorzio “Lago di Garda è..” e i Comuni gardesani

Parole chiave:
Di Redazione

Nel­l’at­tuale con­testo eco­nom­i­co l’at­tiv­ità di pro­mozione di un sis­tema tur­is­ti­co locale può essere effi­cien­te­mente perse­gui­ta solo con un’azione uni­taria.
La ges­tione di tale attiv­ità medi­ante una strut­tura asso­cia­ti­va pro­duce una situ­azione net­ta­mente pos­i­ti­va, in quan­to ver­reb­bero abbat­tuti i costi fis­si uni­tari di servizio, a favore di un servizio più effi­ciente, effi­cace ed economico.
La val­oriz­zazione dei ter­ri­tori dovrebbe quin­di pas­sare attra­ver­so una rete di oper­azioni di comu­ni­cazione, pro­mozione e mar­ket­ing da attuar­si in ambito sovra­co­mu­nale.
Peschiera del Gar­da, Riv­o­li Veronese, San Zeno di Mon­tagna e Valeg­gio sul Min­cio riten­gono di con­di­videre l’inizia­ti­va in quan­to fun­zionale ai comu­ni obi­et­tivi di pro­mozione tur­is­ti­ca, con­cen­tran­do su di essa risorse che des­ti­nate a sin­gole inizia­tive comu­nali si riv­el­ereb­bero poco frut­tu­ose dal pun­to di vista economico.
Il Con­sorzio “Lago di Gar­da è…”, pre­siedu­to da Pao­lo Arte­lio (pres­i­dente anche di “Gar­da Uni­co”), è l’u­ni­ca strut­tura asso­ci­a­ta di pro­mozione tur­is­ti­ca cre­a­ta ai sen­si del­la vigente leg­is­lazione regionale vene­ta per la pro­mozione tur­is­ti­ca del­l’am­bito ter­ri­to­ri­ale Gar­da-Bal­do, nonché l’u­ni­co sogget­to legit­ti­ma­to a svol­gere fun­zioni di pro­mozione a liv­el­lo sovra­co­mu­nale ed infraregionale.

La con­ven­zione per la pro­mozione tur­is­ti­ca tra il con­sorzio “Lago di Gar­da è…” e i comu­ni di Affi, Bar­dolino, Bren­zone, Coster­mano, Gar­da, Mal­ce­sine, Peschiera, Riv­o­li, San Zeno di Mon­tagna e Valeg­gio è sta­ta stip­u­la­ta ques­ta mat­ti­na a Bar­dolino. 
Era­no pre­sen­ti, oltre ai sin­daci dei Comu­ni inter­es­sati all’ac­cor­do, l’asses­sore regionale Vene­to al Tur­is­mo Mari­no Finozzi, il pres­i­dente del­la Provin­cia di Verona Gio­van­ni Miozzi, il pres­i­dente del­l’aero­por­to di Verona , il pres­i­dente del­la Fed­er­al­berghi Gar­da Vene­to Cor­ra­do Berton­cel­li, del­la Funi­via “Mal­ce­sine-Monte Bal­do” Ste­fano Passarini.

I Comu­ni verser­an­no un con­trib­u­to al Con­sorzio “Lago di Gar­da è…”, per rilan­cia­re la pro­mozione tur­is­ti­ca del territorio. 
Il Gar­da è sta­to recen­te­mente riconosci­u­to dal­la nuo­va legge regionale con una pro­pria autono­mia tem­at­i­ca e per questo benefi­cerà di con­tribu­ti per prog­et­ti d’eccellenza.

Di segui­to pub­blichi­amo uno stral­cio del­la con­ven­zione sottoscritta:

Articolo 1

Richiami e premesse

1. Il Con­sorzio “Lago di Gar­da è …” ed i Comu­ni sot­to­scrit­tori approvano le pre­messe che pre­ce­dono quali par­ti inte­granti e sostanziali del­la pre­sente Convenzione.

Articolo 2

Oggetto e finalità

1. Nel rispet­to dell’autonomia e del­la indi­vid­u­al­ità di cias­cun Comune e del ter­ri­to­rio che questo rap­p­re­sen­ta, le Par­ti stip­u­lano la pre­sente Con­ven­zione al fine di real­iz­zare nell’ambito ter­ri­to­ri­ale Bal­do-Gar­da il Piano mar­ket­ing pre­sen­ta­to dal Con­sorzio “Lago di Gar­da è …”, che sot­to­scrit­to dalle Par­ti è alle­ga­to sub.1 al pre­sente atto al fine di cos­ti­tuirne parte inte­grante. Tale Piano è volto a:

  • super­are la fram­men­tazione del­la promozione,

  • sostenere la pro­mozione e com­mer­cial­iz­zazione delle offerte turistiche,

  • favorire un cir­cuito vir­tu­oso in gra­do di col­le­gare tut­to l’ambito ter­ri­to­ri­ale Garda-Baldo,

  • con­tribuire strate­gi­ca­mente, anche attra­ver­so una pub­blic­ità di immag­ine, a creare un’offerta in gra­do di sod­dis­fare le moltepli­ci esi­gen­ze dei tur­isti nazion­ali ed internazionali;

2. Le Par­ti inten­dono perseguire questo prog­et­to con­di­vi­so di pro­mozione tur­is­ti­ca dell’ambito ter­ri­to­ri­ale Garda–Baldo, sec­on­do gli ind­i­rizzi del sud­det­to Piano strate­gi­co di comu­ni­cazione, pro­mozione e mar­ket­ing che prevede lo svol­gi­men­to delle seguen­ti azioni:

  • Creazione di un Por­tale Internet,

  • Cam­pagne di Ban­ner Adver­tis­men e di Pay per Click,

  • Acquis­to di ind­i­rizzi e‑mail,

  • Social Media Marketing/Blogging,

  • PR/Ufficio Stam­pa,

  • Fiere e Workshops,

  • Mar­ket­ing & Qual­i­ty Coaching,

Articolo 3

Adempimenti dei soggetti sottoscrittori

Ferme restando le com­pe­ten­ze e pre­rog­a­tive di cias­cun sot­to­scrit­tore, di cui agli arti­coli suc­ces­sivi, le Par­ti fir­matarie del pre­sente Accor­do di Pro­gram­ma si impeg­nano a :

  • Real­iz­zare gli inter­ven­ti di comu­ni­cazione, pro­mozione e mar­ket­ing di cui al Piano Mar­ket­ing, nel rispet­to dei cri­teri e delle modal­ità def­i­nite nel Piano stes­so, sec­on­do le pro­prie com­pe­ten­ze ed in con­for­mità con le vigen­ti dis­po­sizioni normative;

  • Con­fer­mare gli impeg­ni finanziari com­p­lessivi in atto;

  • Garan­tire la parte­ci­pazione dei pro­pri respon­s­abili o fun­zionari ad incon­tri e scam­bi col­lab­o­ra­tivi tra i sogget­ti firmatari;

  • Indi­vid­uare e met­tere in atto le forme più oppor­tune di scam­bio di dati e di infor­mazioni  utili ai pro­ces­si di mon­i­tor­ag­gio, real­iz­zazione e ver­i­fi­ca delle azioni e degli inter­ven­ti previsti.

Articolo 3.1

Ruolo e Funzioni del Consorzio “Lago di Garda è…”

Il Con­sorzio “Lago di Gar­da è …” real­iz­za il Piano mar­ket­ing, ovvero real­iz­za, esegue e gestisce l’attività di comu­ni­cazione, pro­mozione e mar­ket­ing del ter­ri­to­rio Bal­do-Gar­da, sec­on­do gli ind­i­rizzi del Piano mar­ket­ing (all.1), curan­do in par­ti­co­lare le seguen­ti azioni:

  • Creazione di un Por­tale Internet,

  • Cam­pagne di Ban­ner Adver­tis­men e di Pay per Click,

  • Acquis­to di ind­i­rizzi e‑mail,

  • Social Media Marketing/Blogging,

  • PR/Ufficio Stam­pa,

  • Fiere e Workshops,

  • Mar­ket­ing & Qual­i­ty Coaching,

A com­ple­ta definizione delle attiv­ità sopra elen­cate e comunque di tutte quelle indi­cate nel Piano mar­ket­ing (all.1), il Con­sorzio “Lago di Gar­da è …” provvede a con­seg­nare a cias­cun Comune det­tagli­a­ta relazione con­clu­si­va sulle attiv­ità svolte e ren­di­con­to finanziario.

Articolo 3.2

Ruolo e Funzioni dei Comuni

1. I Comu­ni di Affi, Bar­dolino, Bren­zone, Coster­mano, Gar­da, Mal­ce­sine, Peschiera del Gar­da, Riv­o­li Veronese, San Zeno di Mon­tagna, e Valeg­gio sul Min­cio si impeg­nano a rim­bor­sare a Con­sorzio “Lago di Gar­da è …” i costi sostenu­ti per la real­iz­zazione del prog­et­to nel lim­ite com­p­lessi­vo indi­ca­to al suc­ces­si­vo arti­co­lo 5.

Articolo 4

Durata

1. La pre­sente Con­ven­zione vin­co­la le Par­ti dal momen­to del­la sua sot­to­scrizione e fino al com­ple­to svol­gi­men­to dell’iniziativa, ivi com­pre­si la relazione con­clu­si­va ed il ren­di­con­to finanziario.

Articolo 5

Costi e trasferimenti

1. Il Piano Mar­ket­ing ha una spe­sa com­p­lessi­va pre­ven­ti­va­ta in € 407.041,92        (euro quattrocentosettemilaquarantuno/92), come da prog­et­to alle­ga­to  (ALL. sub 1).

2. I Comu­ni con­cor­rono al paga­men­to del pre­det­to impor­to in misura pro­porzionale al numero delle pre­sen­ze tur­is­tiche reg­is­trate nel 2012, nel rispet­ti­vo ter­ri­to­rio,  sec­on­do lo schema di segui­to riportato.

COMUNE

TOT. PRESENZE 2012

€ 0,06

TOTALE

AFFI

41.203

€ 0,06

€ 2.472,18

BARDOLINO

1.865.286

€ 0,06

€ 111.917,16

BRENZONE

392.173

€ 0,06

€ 23.530,38

COSTERMANO

280.365

€ 0,06

€ 16.821,90

GARDA

836.475

€ 0,06

€ 50.188,50

MALCESINE

1.005.583

€ 0,06

€ 60.334,98

PESCHIERA DEL GARDA

1.858.176

€ 0,06

€ 111.490,56

RIVOLI VERONESE

5.357

€ 0,06

€ 321,42

SAN ZENO DI MONTAGNA

192.561

€ 0,06

€ 11.553,66

VALEGGIO SUL MINCIO

306.853

€ 0,06

€ 18.411,18

TOTALE

6.784.032

€ 407.041,92

Articolo 6

Stati di avanzamento e saldo finale

1. Il rim­bor­so avver­rà da parte di cias­cun Comune medi­ante paga­men­to in uni­ca soluzione entro il 31 dicem­bre 2013, pre­via pre­sen­tazione del­la relazione con­clu­si­va e del ren­di­con­to finanziario da parte del Con­sorzio “Lago di Gar­da è…”.

Articolo 7

Accordi operativi e variazioni

1. Ogni altro aspet­to che non sia dis­ci­plina­to dal­la pre­sente Con­ven­zione, ogni altra esi­gen­za oper­a­ti­va che pos­sa inter­venire in sede di attuazione del­la pre­sente Con­ven­zione ed ogni vari­azione suc­ces­si­va alla stip­u­lazione ed in cor­so di valid­ità del­lo stes­so deve essere espres­sa­mente con­cor­da­ta tra le Par­ti inter­es­sate, e for­mare ogget­to di appos­i­to atto aggiuntivo

 

Parole chiave: