Storie d’acque, di terre e di uomini

10/09/2018 in Libri
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Ques­ta pub­bli­cazione dal tito­lo “Sto­rie d’acque, di terre e di uomi­ni”, edi­ta dal Con­sorzio di bonifi­ca del Medio Chiese (2003), con­tiene scrit­ti di Ottori­no Mile­si, Giuseppe Negrinel­li, Elvi­ra Cas­set­ti Pasi­ni, Lino Luc­chi­ni, Anto­nio Mar­tinet­ti, Lui­gi Lec­chi, Vir­gilio Tisi, Fer­nan­da Bottarel­li e Flavio Piar­di. Il vol­ume riper­corre le vicende mil­lenar­ie che han­no por­ta­to alla nasci­ta del con­sorzio, con­sen­ten­do nel con­tem­po di sco­prire l’evoluzione agraria del­la pia­nu­ra ori­en­tale bres­ciana. La sto­ria di un’operosa e fati­cosa attiv­ità per rag­giun­gere e tute­lare il bene comune.

Il con­sorzio, erede di una sto­ria di lun­ga tradizione, spie­ga come l’unitarietà del sis­tema idro­grafi­co del Chiese richie­da un’unità di inten­ti nel futuro, “sal­va­guardan­do il bene acqua, l’uso sag­gio del suo­lo, l’armonia tra l’uomo e l’ambiente”, fini cui l’amministrazione tiene da sem­pre.

In tut­to questo è fon­da­men­tale la col­lab­o­razione tra enti pub­bli­ci e pri­vati per favorire un con­tin­uo miglio­ra­men­to eco­nom­i­co e sociale nel garan­tire che le risorse disponi­bile vadano a van­tag­gio di tut­ti.

In questo vol­ume si rib­adisce in prat­i­ca l’importanza del­la “Chiese” per la vita e il lavoro, così è sta­to in pas­sato e così con­tin­uerà ad essere. La pro­gram­mazione del­lo svilup­po ter­ri­to­ri­ale del­la bonifi­ca e la piani­fi­cazione dell’irrigazione ha reso l’ente più forte di fronte alle sfide future. “Una strut­tura con­sor­tile così fat­ta – si legge nel­la pre­fazione – offre un’organizzazione più effi­ciente per il fun­zion­a­men­to dei vari servizi e pro­fes­sion­al­ità ed espe­rien­za nelle deci­sioni da adottare con ogni sogget­to pub­bli­co e pri­va­to”.

Pub­bli­ca­to nel Numero di Set­tem­bre di Gien­ne

Commenti

commenti