All’inizio del 2002 traffico interrotto sulla 668 a Lonato e sulla 45 bis a Limone.

Strade, stop a nord e a sud

Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

Si annun­ciano altri mesi di pas­sione per la del Gar­da. Nel bas­so lago dal 23 gen­naio al 6 giug­no resterà chiu­so il pri­mario asse di comu­ni­cazione del­la 668 «Lenese» alla per­ife­ria di Lona­to per il rifaci­men­to del cav­al­cavia sull’autostrada -Venezia al «Fila­toio» (ne rife­ri­amo in det­taglio a fian­co). Nell’alto Bena­co è invece di nuo­vo la «Garde­sana occi­den­tale» a creare dis­a­gi, per­al­tro annun­ciati, al traf­fi­co. Uno stop a nord e uno a sud del lago des­ti­nati a creare non pochi prob­le­mi. Nel­la trat­ta set­ten­tri­onale del­la «Garde­sana» il traf­fi­co è ripreso da una man­ci­a­ta di giorni dopo la sospen­sione di un mese per lavori, ma di vet­ture se ne vedono poche in cir­co­lazione. Una «fines­tra» aper­ta per le fes­tiv­ità natal­izie. Infat­ti, si tiene d’oc­chio il cal­en­dario per­ché, dal 14 gen­naio prossi­mo, l’in­ter­ruzione del­la stra­da tra Limone e Riva scat­terà nuo­va­mente (fino al 13 mar­zo) e il ricor­so a pos­si­bil­ità alter­na­tive per por­tar­si a Riva diver­rà nuo­va­mente obbli­ga­to­rio. Due i per­cor­si stradali: il giro del lago o la stra­da del­la Valsab­bia. Ques­ta sec­on­da ipote­si sarà prob­a­bil­mente scelta dagli sci­a­tori diret­ti a Madon­na di Campiglio. La Garde­sana Ori­en­tale sarà, invece, uti­liz­za­ta da chi fa rot­ta ver­so Fol­gar­ia, Bren­ton­i­co, Pol­sa e le altre local­ità sci­is­tiche sparse tra Trenti­no e Vene­to. Ma chi deve por­tar­si in Trenti­no per motivi di lavoro o di stu­dio o, dal Trenti­no, deve scen­dere nel Bres­ciano, impor­tante tornerà ad essere il servizio di cata­ma­rani e traghet­ti del­la Nav­i­gar­da. Ecco l’o­rario delle corse che col­legher­an­no Limone a Riva: per la tra­ver­sa­ta i cata­ma­rani imp­ie­gano 20 minu­ti, i traghet­ti 30. Parten­ze dei traghet­ti da Limone: 6,10; 7,30; 8,50; 10,10; 11,30; 12,55; 14,15; 15,40; 17; 18,30; 20,40; 22,10. Parten­za dei cata­ma­rani da Limone: 7,10; 8; 9,20; 10,40; 11,40; 13,30; 14,50; 16,20; 17,50; 18,50. Parten­za traghet­ti da Riva: 5,30; 6,50; 8,10; 9,30; 10,50; 12,10; 13,35; 15; 16,20; 17,50; 20; 21,30. Parten­za cata­ma­rani da Riva: 6,40; 7,35; 8,45; 10; 11,15; 13; 14; 15,40; 17; 18,25. Questo orario scat­terà il 14 gen­naio, in con­comi­tan­za con la chiusura del­la «Garde­sana» e si pro­trar­rà fino all’8 mar­zo. Res­ta da vedere quali orari ver­ran­no osser­vati negli ulti­mi giorni di chiusura del­la stra­da: dal 9 al 13 mar­zo 2002. Nel frat­tem­po, si dice­va, il traf­fi­co scorre (scar­so) sul­la trat­ta alta del­la Garde­sana. Tran­sitare è pos­si­bile a sen­so uni­co alter­na­to, rego­la­to da un semaforo e con il lim­ite dei 30 chilometri orari. Sic­come il tem­po di scor­ri­men­to tra un semaforo e l’al­tro è di 4 minu­ti e altret­tan­ti ser­vono per per­me­t­tere il tran­si­to alle vet­ture, ne con­segue che chi arri­va men­tre il semaforo scat­ta sul rosso deve atten­dere 8 minu­ti. Per qual­cuno potrebbe essere un argo­men­to di dis­sua­sione a met­ter­si in moto. La stra­da è per­cor­ri­bile fino a domani (21 dicem­bre) dalle 6 di mat­ti­na fino alle 21. Di notte, tra le 21 e le 6, la stra­da res­ta chiusa. Dal 22 dicem­bre al 2 gen­naio l’aper­tu­ra sarà com­ple­ta (giorno e notte) sem­pre a sen­so uni­co alter­na­to. Alle ore 21 del 2 gen­naio si tornerà all’aper­tu­ra diur­na, dalle 6 alle 21 con chiusura di notte (tra le 21 e le 6 del mat­ti­no). Quin­di, tra il 2 e il 5 gen­naio chiusura la notte (dalle 21 alle 6) e aper­tu­ra di giorno (dalle 6 alle 21), sem­pre a sen­so uni­co alter­na­to. Tra il 5 e il 7 gen­naio aper­tu­ra giorno e notte. Poi, dalle ore 6 del 7 gen­naio alle ore 6 del 12 gen­naio scat­terà nuo­va­mente la chiusura not­tur­na (dalle 21 alle 6) e aper­tu­ra gior­naliera (dalle 6 alle 21) a sen­so uni­co alter­na­to. Infine, dal 12 gen­naio aper­tu­ra totale fino alle ore 6 del giorno 14. Poi lo stop com­ple­to fino al 13 marzo.

Commenti

commenti