La nuova guida Ā«Il grido del gabbianoĀ» presentato alla Sat

Sui monti del Garda con Giuliano Stenghel

27/05/2001 in Cultura
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

E sette. Lā€™alĀ­tra sera nelĀ­lā€™AuĀ­diĀ­toĀ­riĀ­um delle medie Sighele affolĀ­laĀ­to di satiĀ­ni ed amiĀ­ci alpinĀ­isti, GiuĀ­liano Stenghel ha preĀ­senĀ­taĀ­to il suo nuoĀ­vo libro, appunĀ­to setĀ­tiĀ­mo dalĀ­lā€™apripĀ­ista, Ā«LasĀ­ciĀ­aĀ­mi VolareĀ». Si intiĀ­toĀ­la Ā«Il griĀ­do del gabĀ­bianoĀ» ed ĆØ pubĀ­bliĀ­caĀ­to da La GrafiĀ­ca di Mori. StaĀ­volĀ­ta le emozioni delĀ­lo scaĀ­laĀ­tore, la senĀ­sazione del vuoĀ­to, delĀ­la rocĀ­cia sotĀ­to le mani, delĀ­la ricerĀ­ca intelĀ­liĀ­gente e tecĀ­niĀ­ca per superĀ­are una difĀ­fiĀ­coltĆ  ā€‘fa poca difĀ­ferenĀ­za che sia grande o picĀ­coĀ­la, semĀ­pre di tesĀ­ta si tratĀ­ta priĀ­ma ancoĀ­ra che di musĀ­coli- queste emozioni sono mescoĀ­late nelĀ­la descrizione, quesĀ­ta sƬ tecĀ­niĀ­ca, delle vie perĀ­corĀ­riĀ­bili sulĀ­lā€™anĀ­fiteatro di monĀ­tagne che sā€™afĀ­facĀ­ciano sul . Sono centiĀ­naĀ­ia, dalle semĀ­pliĀ­ci escurĀ­sioni alle salite che sfiĀ­dano i limĀ­iĀ­ti: tutte legate dal comun denomĀ­iĀ­naĀ­tore rapĀ­pĀ­reĀ­senĀ­taĀ­to dalĀ­lā€™azĀ­zurĀ­ra disĀ­teĀ­sa del GarĀ­da sulĀ­lo sfonĀ­do, dei suoi verĀ­di ed azzurĀ­ri, del venĀ­to, delle vele, i paeĀ­si, albe e traĀ­monĀ­ti, baite abbanĀ­doĀ­nate e silenĀ­zi. TanĀ­to per fare un esemĀ­pio, da CamĀ­piĀ­one il Salto delle Streghe si puĆ² superĀ­are salĀ­enĀ­do per la forĀ­ra del torĀ­rente san Michele, clasĀ­siĀ­fiĀ­caĀ­ta escurĀ­sionĀ­isĀ­tiĀ­ca, o per la via SerenelĀ­la, VI+ ed A3, aperĀ­ta da Stenghel con Luca CamĀ­pagna e MarĀ­iĀ­ano Rizzi nel ā€™92. Le vie sulle alpi ledrenĀ­si, sulĀ­la RocĀ­chetĀ­ta ed a CamĀ­piĀ­one ci sono tutte; sul qualĀ­cosa, ma poco, puĆ² essere sfuggito.Il libro ĆØ a quatĀ­tro mani; con Stenghel, Luciano CameriĀ­ni, proĀ­fonĀ­do conoscĀ­iĀ­tore del grupĀ­po delĀ­lā€™AdamelĀ­lo ed autore del volĀ­ume sulle PreĀ­alpi bresĀ­ciane e ledrenĀ­si nelĀ­la presĀ­tiĀ­giosa colĀ­lana dei MonĀ­ti dā€™IĀ­talia del Cai. PerĆ² sono decine gli alpinĀ­isti che hanĀ­no conĀ­tribuito, con segĀ­nalazioni, con gli schizzi, con le osserĀ­vazioni sulle difĀ­fiĀ­coltĆ  e coi sugĀ­gerĀ­iĀ­menĀ­ti. Una guiĀ­da preziosa dunque: che avrebbe ben potuĀ­to, ha detĀ­to Giualiano Stenghel nelĀ­la preĀ­senĀ­tazione, essere venĀ­duĀ­ta. Invece no: fedele al cosĀ­tume delĀ­lā€™AsĀ­soĀ­ciĀ­azione SerenelĀ­la, anche questo libro viene regalaĀ­to a chi ne facĀ­cia richiĀ­esĀ­ta. DenĀ­tro, ripĀ­ieĀ­gaĀ­to priĀ­ma delĀ­lā€™ulĀ­tiĀ­ma di copĀ­erĀ­tiĀ­na, un bolĀ­letĀ­tiĀ­no di conĀ­to corĀ­rente intesĀ­taĀ­to allā€™AsĀ­soĀ­ciĀ­azione SerenelĀ­la. Chi vuole conĀ­tribuisce, come vuole e quanĀ­to crede, allā€™atĀ­tivĀ­itĆ  delĀ­lā€™asĀ­soĀ­ciĀ­azione che aiuĀ­ta i bamĀ­biĀ­ni di tutĀ­to il mondo.

Parole chiave: