Prende il via domani, al Climbing Stadium di Prabi, la 16esima edizione del Rock Master

Sui muri di Arco si daranno battaglia i migliori «ragni» al mondo

06/09/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Arco

I migliori “rag­ni” del mon­do si sono dati appun­ta­men­to per questo fine set­ti­mana alla parete di arrampi­ca­ta di Pra­bi, dove si ter­rà la 16esima edi­zone del Rock Mas­ter. Gli orga­niz­za­tori, capeg­giati dal­l’i­nos­sid­abile Albi­no Marchi con la direzione tec­ni­ca di Ange­lo Seneci, sono pron­ti. Tut­to è sta­to allesti­to nei min­i­mi par­ti­co­lari e lo spet­ta­co­lo, se il le con­dizioni mete­o­ro­logiche saran­no clemen­ti, è pres­soché garan­ti­to. I riflet­tori saran­no pun­tati anco­ra una vol­ta su sua “maestà” Fran­cois Legrand, pri­mo grande inter­prete del climb­ing mon­di­ale, che quest’an­no ha rin­un­ci­a­to agli impeg­ni di cop­pa per arrivare all’ap­pun­ta­men­to al mas­si­mo del­la for­ma. Prover­an­no a met­ter­gli i bas­toni tra le ruote il vinci­tore del­la pas­sa­ta edi­zione, il ceco Tomas Mrazek, i “ter­ri­bili” france­si Pou­vreau e Chabot e l’az­zur­ro Crespi. A com­pletare il quadro delle sper­anze azzurre saran­no Cris­t­ian Bren­na, Alber­to Gnerro e Beni­amino Lagni. In cam­po fem­minile, invece, saran­no chia­mate a difend­ere i col­ori ital­iani la veneziana Luisa Iovane e la vicenti­na Jen­ny Lavar­da che se la dovran­no vedere con la bel­ga Sarkany, la francese Lev­et e le due slovene Cufar e Gross. Il via alla gara è pre­vis­to per domani mat­ti­na alle 10 con la pro­va “a vista” men­tre le finali si dis­put­er­an­no domeni­ca nel pri­mo pomerig­gio. Gli orga­niz­za­tori aus­pi­cano di pot­er asseg­nare, per la pri­ma vol­ta, il tro­feo Ennio Lat­tisi (ded­i­ca­to ad uno degli inven­tori del­la man­i­fes­tazione, scom­par­so un paio di anni fa) che andrà al vinci­tore del “duel­lo”, la nuo­va avvin­cente spe­cial­ità, uomo con­tro uomo, su dif­fi­coltà estreme. Il pro­gram­ma del­la man­i­fes­tazione è quan­to mai nutri­to. Domani alle 16, sem­pre al Climb­ing Sta­di­um di Pra­bi, ver­rà orga­niz­za­to il con­veg­no “A new mil­len­ni­um to climb” sul futuro del­la arrampi­ca­ta ago­nis­ti­ca. Alle 21, invece, andrà in sce­na lo spet­ta­co­lare par­al­le­lo di velocità.