Suoni e Sapori del Garda 2016. Concerto per la Notte Romantica dei Borghi più Belli d’Italia a Tremosine

24/06/2016 in Attualità
Di Redazione

Saba­to 25 giug­no, alle 21,15, nel­la Chiesa Par­roc­chiale a Pieve di Tremo­sine,  avrà luo­go il set­ti­mo con­cer­to del quar­to Fes­ti­val d’area “Suoni e Sapori del Gar­da” orga­niz­za­to e pro­mosso da Brix­ia Sym­pho­ny Orches­tra in col­lab­o­razione con la e il comune di Tremo­sine, con la direzione artis­ti­ca di Gio­van­na Sor­bi.  L’in­gres­so è libero.

Nel con­cer­to, gli Archi del­la Brix­ia (vio­li­ni Ser­afi­no Tedesi e Pao­lo Costan­zo, vio­la Emilio Eria, vio­lon­cel­lo Mar­co Righi), s’in­con­tra­no in for­mazione a quar­tet­to per pro­porre un per­cor­so che, par­tendo dall’Air del­la  Suite BWV 1068 di J. S. Bach, si sno­da attra­ver­so le sonorità clas­siche degli archi con accen­ni di liris­mo poet­i­co (Crisan­te­mi di G. Puc­ci­ni), spir­i­tu­al­ità (Ave Verum Cor­pus di W.A.Mozart), costruzione clas­si­ca (Quar­tet­to op. 130 di L. van Beethoven), lin­guag­gio del Nove­cen­to (Langsamer Satz di A. Weber), con lo scopo di con­trap­puntare di sonorità la Notte Roman­ti­ca dei Borghi più Bel­li d’Italia, che ani­merà per tut­ta la gior­na­ta il com­pren­so­rio di Tremo­sine del Gar­da. Al ter­mine del con­cer­to, degus­tazione offer­ta da Can­ti­na Fran­zosi di Pueg­na­go del Garda.

Ser­afi­no Tedesi si diplo­ma in vio­li­no al Nicol­i­ni di Pia­cen­za con Fabio Bion­di; con il quar­tet­to “Honeg­ger“ vince una bor­sa di stu­dio e si per­feziona al “Con­ser­va­toire superieur de Paris” per due anni con il “Qua­tour Ysaie“. Col­lab­o­ra con numerose orchestre e grup­pi cameris­ti­ci tra i quali: A. Toscani­ni, Car­lo Felice, Pomerig­gi Musi­cali, I nuovi Cameristi Ital­iani, O. Gui­do Can­tel­li, in qual­ità di pri­mo vio­li­no di spal­la con: Orches­tra Filar­mon­i­ca Ital­iana, Orches­tra clas­si­ca di Alessan­dria e Brix­ia Sym­pho­ny Orchestra.

Nel 1998 è entra­to a far parte dell’Orchestra Rit­mi­co leg­gera del­la RAI per le trasmis­sioni tele­vi­sive col­lab­o­ran­do anche in qual­ità di vio­li­no di spal­la con un atti­vo di 800 dirette tele­vi­sive. Nel 2001 fon­da il quar­tet­to d’archi “Archimia” di cui è il pri­mo vio­li­no arran­gia­tore e com­pos­i­tore. Nel luglio 2003 parte­ci­pa al New Orleans jazz fes­ti­val di Ascona insieme a Enri­co Intra, Lino Patruno e Clive Richards. Insieme al Quar­tet­to Archimia dà vita a col­lab­o­razioni impor­tan­ti sia nel cam­po musi­cale sia in quel­lo teatrale e dal 2004 al 2009 parte­ci­pa atti­va­mente agli spet­ta­coli del­la regista/attrice Tere­sa Pomodoro al Teatro Nohma di Milano.

Inizia la col­lab­o­razione del quar­tet­to con l’artista Sud Africano William Ken­tridge con musiche orig­i­nali del com­pos­i­tore Philippe Miller per lo spet­ta­co­lo ”Jour­ney to the moon”, che viene rap­p­re­sen­ta­to nelle più impor­tan­ti cap­i­tali europee ed a Wash­ing­ton. Come pri­mo vio­li­no parte­ci­pa alle trasmis­sioni tele­vi­sive: Music Farm per Rai 2 e Io Can­to per Canale 5. Con il Quar­tet­to oltre ai vari Clu­sone jazz fes­ti­val, Pigro, San­re­mo off inau­gu­ra il fes­ti­val di musi­ca anti­ca “Ani­ma Mun­di” sot­to la torre a Pisa e si esi­bisce cir­ca 18 volte sul pal­co del pres­ti­gioso Blue Note di Milano e col­lab­o­ra con il cele­bre can­tante ed arran­gia­tore Ita­lo-Canadese Gino Van­nel­li in un tour di 8 con­cer­ti in Italia.

Gra­zie all’esperienza mat­u­ra­ta negli anni in reg­is­trazioni discogra­fiche gli viene affi­da­ta la direzione artis­ti­ca degli archi nei dis­chi “X Fac­tor Christ­mas com­pi­la­tion ” e nell’ultimo lavoro discografi­co di Nick the night fly, “Nice One”.