Prima edizione del "Concorso di Poesia in Dialetto Gardesano - Comunità del Garda"

Svelati i vincitori

06/08/2000 in Cultura
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Luigi Del Pozzo

È Oli­va Andreoli di Poz­zolen­go la vincitrice, con “Le ombre” per il mot­to ““Mer­let­to”, del­la pri­ma edi­zione del “Con­cor­so di in Dialet­to Garde­sano — ”. Al sec­on­do pos­to (pre­mio A.S.A.R.), mot­to “Bus­sano Ombre”, Velise Bon­fante di Riv­oltel­la del Gar­da con “Ciò­ca umbrìe”. A pari mer­i­to sono state seg­nalate per il mot­to “Gard­ablu” la poe­sia “Tem­po­ral” di Mari­no Calu­bi­ni di Mon­tichiari; per “Lev­ior Fla­tus” la poe­sia “Quacc volte” di Oliv­er Cheru­bi­ni di Bres­cia; per “MdC” con la poe­sia “Nèbie” Tom­ma­so Podavi­ni di Desen­zano. Le pre­mi­azioni si sono svolte ieri, domeni­ca, nel cor­so del­la 2° incon­tro delle Asso­ci­azioni del Gar­da Ambi­ente, Sto­ria, Arche­olo­gia” svoltosi in occa­sione del­la 2a edi­zione del­la “Fes­ta in castel­lo in una sera d’es­tate”, orga­niz­za­ta nel castel­lo di Polpe­nazze dal grup­po “La Torre”. Alla cer­i­mo­nia era­no pre­sen­ti l’Asses­sore regionale “alle cul­ture, Iden­tità e Autonomie del­la Lom­bar­dia” Ettore Alber­toni, la pres­i­dente del­l’ASAR Mire­lia (atten­zione: è gius­to il nome Mire­lia) Scud­el­lari, Giampi­etro Bro­gi­o­lo e Rena­to Laf­fran­chi­ni rispet­ti­va­mente pres­i­dente e seg­re­tario del­la Fed­er­azione delle “Asso­ci­azione Garde­sane — Cul­tura e Ambi­ente”. Nel suo salu­to l’asses­sore Alber­toni, nel sot­to­lin­eare il fat­to che “è ques­ta la mia pri­ma usci­ta uffi­ciale in un con­cor­so di poe­sie dialet­tali”, ha man­i­fes­ta­to tut­ta la sua sod­dis­fazione per la real­iz­zazione ed i risul­tati di questo con­cor­so al quale “guardiamo con par­ti­co­lare inter­esse sia io che lo stes­so pres­i­dente del­la regione Rober­to Formigo­ni. Cer­ta­mente nel pros­eguo del mio manda­to sarò par­ti­co­lar­mente vici­no, e soprat­tut­to pre­sente, a queste forme di cul­tura parte­ci­pan­do diret­ta­mente di per­sona sul pos­to, in questi cantieri di ascolto, e non aspet­tan­do che le per­sone vengano in Regione. Da voi — ha sot­to­lin­eato l’asses­sore — mi aspet­to non solo pro­poste e sti­moli ma anche critiche affinché ques­ta nuo­va cul­tura dialet­tale pos­sa crescere e svilup­par­si sem­pre più in Lom­bar­dia”. Al con­cor­so i parte­ci­pan­ti sono sta­ti 24 che han­no pre­sen­ta­to 69 elaborati.

Parole chiave: