Riconfermata sul Garda la tradizione dei “Symbol” nazionali: Riva, Ferrari e Vecchia Lugana

Symbol&Symbol

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Luigi Del Pozzo

Anco­ra una vol­ta, un altro dei sim­boli nazion­ali del­la tradizione culi­nar­ia, il ris­torante “Vec­chia Lugana” di Sirmione, ha ospi­ta­to nel­la sua sug­ges­ti­va ed ineguagli­a­bile cor­nice la pre­sen­tazione uffi­ciale del­la sec­on­da edi­zione di “Symbol&Symbol” l’even­to sim­bo­lo del­la sta­gione tur­is­ti­ca 2001 del lago di Gar­da, in pro­gram­ma dal 27 al 29 luglio prossi­mo sulle sponde e nelle acque del lago di Gar­da. All’in­con­tro-stam­pa era­no pre­sen­ti fra le numerose autorità l’Assessore Provin­ciale al Tur­is­mo , sin­daci ed asses­sori delle local­ità inter­es­sate alla man­i­fes­tazione, oltre nat­u­ral­mente ai respon­s­abili del comi­ta­to orga­niz­za­tore cap­i­ta­nati da Curzio Moret­ti, e molti gior­nal­isti i rap­p­re­sen­tan­za di numerose tes­tate gior­nal­is­tiche e radiotele­vi­sive. Per­ché “Symbol&Symbol”? “Si trat­ta di una definizione nata non a caso – ricor­da Curzio Moret­ti respon­s­abile e prin­ci­pale artefice dell’evento – ma nel rispet­to del­la sto­ria sia del­la nau­ti­ca che del­l’au­to­mo­bil­is­mo ital­iano. Un ter­mine nato in casa Riva e svilup­pa­to da un idea di Gino Gervasoni”.“Nel 1978 Gino Ger­va­soni – ha scrit­to Ser­gio Mas­saro nel suo splen­di­do vol­ume “Le Barche di Leg­no” — tro­va un’idea sin­go­lare che solo nel­l’am­bito del Cantiere Riva può trovare quel sup­por­to e quel­la pos­si­bil­ità di real­iz­zazione, gius­to per il liv­el­lo di pres­ti­gio che il cantiere ha rag­giun­to su scala mon­di­ale. L’idea è quel­la di stam­pare una pub­bli­cazione che, pur restando una realtà al di fuori del cantiere, diven­ti un mez­zo di sup­por­to e di inter­esse per il cantiere: nasce “Sym­bol”, una riv­ista d’im­mag­ine redat­ta in col­lab­o­razione con la Rolls Royce e la Fer­rari che, dopo i pri­mi numeri, rag­giunge una tiratu­ra di 50.000 copie, dis­tribuite ai pos­ses­sori di queste marche pres­ti­giose attra­ver­so le reti di agen­ti nei cinque continenti”.Storia e leggen­da legate ad una tradizione, ed in questo caso in par­ti­co­lar modo ai Riva ed alle Fer­rari, che han­no con­tribuito, e lo stan­no facen­do tut­to­ra, a portare in alto, in tut­to il mon­do, la cre­ativ­ità tut­ta ital­iana. Sul lago di Gar­da i miti si ritro­ver­an­no per dare anco­ra una vol­ta inseg­na­men­to e spettacolo.

Parole chiave: