La cerimonia di inaugurazione oggi alle 11,30, con i politici locali, regionali e nazionali. La gestione resterà al Comune. Il sindaco: «Al servizio delle associazioni e dei turisti»

Taglio del nastro per il Palazzetto sportivo

21/10/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
b.fe.

Si inau­gu­ra oggi alle 11,30 a Limone il nuo­vo Palazzet­to del­lo Sport. La strut­tura, di pro­pri­età comu­nale, ospi­ta 580 posti a sedere ed è costa­ta un mil­ione e 400.000 euro. Di ques­ta cifra, un mil­ione e 100.000 euro sono sta­ti mes­si a dis­po­sizione dal­la . I lavori sono durati cir­ca un anno e mez­zo. Il sin­da­co di Limone, Chic­co Risat­ti, ha con­fer­ma­to che la ges­tione del Palazzet­to resterà al Comune. Alla cer­i­mo­nia di inau­gu­razione saran­no pre­sen­ti, oltre alle autorità ammin­is­tra­tive locali, anche alcu­ni politi­ci region­ali e nazion­ali (il sen­a­tore Lui­gi Maninet­ti, gli asses­sori region­ali Fran­co Nicoli Cris­tiani e Mario Scot­ti). Il Palazzet­to è pre­dis­pos­to per la prat­i­ca di almeno quat­tro sport al cop­er­to: bas­ket, ten­nis, pallavo­lo e cal­cet­to. Ma nel futuro del­l’impianto ci sono anche final­ità di carat­tere locale, che andran­no a favorire la social­iz­zazione. «Per noi si trat­ta del com­ple­ta­men­to di un’opera impor­tante nell’ offer­ta tur­is­ti­ca di Limone — spie­ga Risat­ti, che è anche pres­i­dente del Con­sorzio Riv­iera dei Limoni, che rac­coglie 200 alberghi del­l’al­to lago -. Però non dimen­tichi­amo chi a Limone vive tut­to l’an­no. Tan­to è vero che il Palazzet­to è già preno­ta­to in parec­chie date per le asso­ci­azioni locali. Ma non sot­to­va­lu­ti­amo l’aspet­to del tur­is­mo, che a Limone rap­p­re­sen­ta la forza eco­nom­i­ca pri­maria. Per questo abbi­amo volu­to incu­riosire ed invogliare a portare a Limone anche squadre di atleti tedesche, del Nord Europa e del­l’Est Europa. Nel peri­o­do inver­nale molti loro cam­pi­onati sono sospe­si, a causa delle con­dizioni meteo. Dopo la pausa ago­nis­ti­ca devono svol­gere la preparazione in pre­vi­sione del­la ripresa del­l’at­tiv­ità sporti­va. E lo fan­no in quei mesi che, da noi, sono di sta­gione mor­ta. L’opzione sporti­va va, per­ciò, ad ampli­are tutte le altre che il nos­tro Comune già offre. Ricor­diamo che il Palazzet­to polifun­zionale va ad aggiunger­si all’al­tra strut­tura oper­a­ti­va da tem­po, cioè il Cen­tro polisporti­vo. In prat­i­ca da domeni­ca offrire­mo la pos­si­bil­ità di svol­gere preparazione atlet­i­ca e attiv­ità sporti­va sia all’aper­to che al coperto».

Parole chiave: