Inaugurata la nuova piazza Vittoria

Taglio del nastro

22/12/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Salò

Musi­ca da cam­era, tele­camere e giraffe (per le riprese Tv da man­dare in onda sul telone col­lo­ca­to sul­la fac­cia­ta del­l’ex Metro­pole), luci, vin brulè (degli ) e pas­tic­ci­ni (delle cuoche del­la Casa di riposo). L’in­au­gu­razione del­la rifat­ta piaz­za Vit­to­ria a Salò, sim­i­le a una di quelle dip­inte da Gior­gio De Chiri­co, e conosci­u­ta per l’im­bar­cadero, ha richiam­a­to le autorità e un buon pub­bli­co. C’er­a­no il Prefet­to (Anna­maria Can­cel­lieri), il sot­toseg­re­tario agli Esteri (Alfre­do Man­ti­ca), il pres­i­dente del­la Provin­cia (Alber­to Cav­al­li) e quel­lo del­la Comu­nità mon­tana par­co (Bruno Faus­ti­ni), l’asses­sore regionale Fran­co Nicoli Cris­tiani e quel­lo di Palaz­zo Bro­let­to , i sin­daci di Gar­done Riv­iera (Alessan­dro Baz­zani), Gargnano (Mar­cel­lo Fes­ta), Limone (Giambat­tista Mar­tinel­li), Mag­a­sa (Ermenegildo Ven­turi­ni), Pueg­na­go (), Polpe­nazze (Gian­car­lo Ribel­li), il coman­dante del­la com­pag­nia dei (Luca Volpi), il par­ro­co (Francesco Andreis). Nel salone con­sil­iare, il sin­da­co Giampi­etro Cipani ha det­to che i lavori, effet­tuati sot­to la gui­da del­l’ar­chitet­to Anna Gat­ti, van­no «al di là di una sem­plice opera pub­bli­ca. Abbi­amo recu­per­a­to uno spazio impor­tante. Alla piaz­za abbi­amo rida­to la fun­zione sociale e stor­i­ca che le com­pete, elim­i­nan­do lo sno­do viario attorno al mon­u­men­to dei Cadu­ti. È insom­ma tor­na­ta a essere un salot­to per i cit­ta­di­ni». E Man­ti­ca: «Non so se ques­ta sia meglio o peg­gio del­la prece­dente. Le piazze van­no vis­sute anche nelle loro con­trad­dizioni, poichè rap­p­re­sen­tano il seg­no di tem­pi inno­v­a­tivi e razion­ali. In ogni caso rimar­rà un momen­to impor­tante di riap­pro­pri­azione degli spazi da parte dei cittadini».