Con il contributo di altri Comuni dell’ Anfass

Taglio del nastrodel Centro servizi

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
S.MA.

Saba­to 1 dicem­bre 2007 alle ore 15 sarà inau­gu­ra­to il nuo­vo edi­fi­cio dell’ di Desen­zano. Un inter­ven­to costa­to oltre 1.200.000 euro e che ampli­erà l’attuale sede di Riv­oltel­la. I lavori sono iniziati nel giug­no del 2006 e per­me­t­ter­an­no presto di ospitare il nuo­vo Cen­tro Diurno Dis­abili 2 e il Servizio di For­mazione all’autonomia; al momen­to trovano sede provvi­so­ria a San Mar­ti­no e nei locali del­la Fon­dazione Pia Opera Sant’Angela Merici.I 3.000 metri qua­drati del­la nuo­va costruzione sono sta­ti con­ces­si dall’amministrazione comu­nale di Desen­zano. Un prog­et­to cos­toso, che ha reso nec­es­sario il sosteg­no dei Comu­ni del bas­so Gar­da: un ter­zo del­la spe­sa, per 5 anni, ver­rà cop­er­to ver­san­do l’equivalente di un euro per abi­tante da parte dei Comu­ni di Desen­zano, Lona­to, Maner­ba, Cal­vagese, Bedi­z­zole, Moni­ga, Padenghe, Polpe­nazze, Poz­zolen­go, Pueg­na­go, Sirmione e Soiano. 20.000 euro sono sta­ti devo­lu­ti dal­la Fon­dazione del­la comu­nità bres­ciana. Ma è nec­es­sario anche l’intervento di altri enti e pri­vati per 100mila euro.

Parole chiave: