Alla conferenza stampa sono intervenuti, insieme all'ex calciatore, il sindaco di Sirmione Alessandro Mattinzoli, il promotore della mostra avv. Luca Pelizzon, il consigliere incaricato allo Sport Gianfranco Tosadori e la direttrice generale della società Terme di Sirmione Margherita De Angeli.

Fa tappa a Sirmione la mostra ufficiale di Paolo Rossi

07/09/2016 in Attualità
Parole chiave: -
Di Redazione

Palaz­zo Callas Exhi­bi­tions tra le sedi del tour mon­di­ale: la rac­col­ta di cimeli uni­ci, tes­ti­mo­ni­anze, arti­coli, foto e fil­mati del bomber del­la Nazionale, cam­pi­one del mon­do nel 1982 saran­no in mostra dal 10 set­tem­bre al 9 otto­bre 2016, gra­zie allo spe­ciale alles­ti­men­to cura­to dal­la Asso­ci­azione Elle2A e Fon­dazione Pao­lo Rossi.

Da saba­to 10 set­tem­bre a domeni­ca 9 otto­bre 2016 i cimeli del Pal­lone d’Oro e Capoc­an­non­iere dei Mon­di­ali 1982 saran­no esposti nelle sale di Palaz­zo Callas Exhi­bi­tions, in piaz­za Car­duc­ci, nel cuore del cen­tro stori­co di Sirmione.

Pabli­to Great Ital­ian Emo­tions”, la mostra uffi­ciale ded­i­ca­ta all’ex cal­ci­a­tore Pao­lo Rossi e agli indi­men­ti­ca­bili Mon­di­ali di Spagna e all’Italia dell’82, è orga­niz­za­ta dal Comune di Sirmione in col­lab­o­razione con il Con­sorzio Alber­ga­tori e Ris­tora­tori di Sirmione e con il patrocinio di e Provin­cia di Brescia.

L’evento inau­gu­rale sarà saba­to 10 set­tem­bre alle ore 18.30. Per un mese sarà quin­di pos­si­bile ammi­rare cimeli uni­ci quali il Pal­lone d’Oro e la Scarpa d’Oro vin­ti in quell’indimenticabile occa­sione, la maglia orig­i­nale e le scarpe indos­sate da Pao­lo Rossi al San­ti­a­go Bern­abeu di Madrid nel­la finale con­tro la Ger­ma­nia, oltre a fotografie, arti­coli, fil­mati e vari ogget­ti impor­tan­ti per la sto­ria dell’ex cal­ci­a­tore e del­la squadra nazionale, rac­colti dal­lo stes­so campione.

Pao­lo Rossi regalò un sog­no all’Italia e agli ital­iani. «Non vivo solo di ricor­di – affer­ma l’ex cal­ci­a­tore – ma la mostra “Pabli­to Great Ital­ian Emo­tions” è un modo per far conoscere ai più gio­vani quel peri­o­do e cosa han­no sig­ni­fi­ca­to gli anni Ottan­ta per la nos­tra Italia. La mostra intende far riv­i­vere tutte le emozioni provate dagli ital­iani nei momen­ti del­la vit­to­ria del Mon­di­ale, quan­do l’Italia intera si ritro­vò uni­ta a festeggiare».

Anco­ra oggi, con­fi­da Pao­lo Rossi, «pro­vo com­mozione e gioia nel vedere le per­sone che con­tin­u­ano a fer­mar­mi per ringraziar­mi di quel­la spet­ta­co­lare galop­pa­ta che ci portò a diventare Cam­pi­oni del Mon­do con le qual­ità di noi ital­iani. Fu una vit­to­ria non solo calcis­ti­ca, ma di un intero Paese che cer­ca­va e tro­vò in quell’evento val­ori comu­ni e un riscat­to mon­di­ale. Sarà bel­lo riv­i­vere tut­to questo nel­la mag­nifi­ca Sirmione con i vis­i­ta­tori, sportivi e non, che aspet­to numerosi. Sirmione mi ha sem­pre col­pi­to ogni vol­ta che l’ho vis­i­ta­ta, e ricor­do un lon­tano ritiro con la Nazionale di Bear­zot nel 1983 da Cam­pi­oni del Mondo».

Com­men­ta il sin­da­co Alessan­dro Mat­tin­zoli: «Pao­lo Rossi è per noi un ospite stra­or­di­nario: questo cam­pi­one rap­p­re­sen­ta la capac­ità tut­ta ital­iana di saper rea­gire non solo con la tec­ni­ca, ma anche con la pas­sione, doti che ci per­me­t­tono di primeg­gia­re nel mon­do. Per questo lo accogliamo a Sirmione con immen­so piacere e insieme riv­ivre­mo le gran­di emozioni dei cam­pi­onati Mon­di­ali di cal­cio del 1982 in Spagna e di quel­la stra­or­di­nar­ia notte dell’11 luglio. La mostra di Pao­lo ci con­fer­ma che i sog­ni devono esser­ci e che l’Italia è un Paese di gran­di eccellenze».

LA MOSTRA — Le sale di Palaz­zo Callas sono pronte ad accogliere una stra­or­di­nar­ia rac­col­ta di cimeli mem­o­ra­bili, tra cui è atte­sa anche la Cop­pa del Mon­do dal­la Fed­er­azione Ital­iana Gio­co Cal­cio. I vis­i­ta­tori potran­no las­cia­re un mes­sag­gio a Pao­lo ricor­dan­do il luo­go e le per­sone con cui era­no nel luglio 1982, quan­do l’Italia bat­te­va in modo stra­or­di­nario pri­ma il Brasile (par­ti­ta entra­ta nel­la sto­ria del cal­cio mon­di­ale con triplet­ta di Pao­lo Rossi), poi l’Argentina e la Polo­nia e, infine, la Ger­ma­nia in finale davan­ti al pres­i­dente San­dro Per­ti­ni e a 99.000 spet­ta­tori al Bern­abeu, men­tre ben 36 mil­ioni di ital­iani seguiv­ano davan­ti alla tv. L’Italia intera si fer­mò per quell’evento e fu subito storia.

LE TAPPE — La mostra itin­er­ante, alla terza tap­pa, con­tin­uerà poi il suo tour in altre cit­tà d’Italia e anche all’estero. È atte­sa a Brux­elles, Mona­co di Baviera, Mon­te­car­lo e New York e Roma.

Come sot­to­lin­ea il Respon­s­abile delle Relazioni Esterne di Pao­lo Rossi, Luca Peliz­zon, «Sirmione è una delle nove tappe mon­di­ali che la mostra “Pao­lo Rossi Great Ital­ian Emo­tions” toc­cherà; tra le innu­merevoli opzioni e richi­este di local­ità dal Nord Italia, abbi­amo ritenu­to Sirmione e Palaz­zo Callas la sede migliore per la terza tap­pa vista la bellez­za del­la loca­tion e il grande flus­so di vis­i­ta­tori. Al ter­mine del tour, il prog­et­to con­fluirà in un per­ma­nente, dove rac­coglier­e­mo anche i ricor­di e i cimeli rice­vu­ti e vis­su­ti in ogni sin­go­la tappa».

 

L’EVENTO — L’inaugurazione del­la mostra a Palaz­zo Callas Exhi­bi­tions, alla pre­sen­za di Pao­lo Rossi e di altri ospi­ti sportivi, sarà saba­to 10 set­tem­bre alle 18.30.

Per la tap­pa di Sirmione gli allesti­tori di Elle2A han­no cre­ato un video con i più bei goal di Pao­lo Rossi, accom­pa­g­nati per l’occasione da alcune arie inter­pre­tate dal­la div­ina Maria Callas, un con­nu­bio tra due gran­di icone, del­lo sport e del­la musica.

La tap­pa sirmionese del­la mostra “Pabli­to Great Ital­ian Emo­tions” sarà ded­i­ca­ta alla memo­ria delle vit­time del ter­re­mo­to del Cen­tro Italia e alla memo­ria di don Pao­lo De Gran­di, ami­co frater­no di Pao­lo Rossi, pre­mat­u­ra­mente scom­par­so lo scor­so luglio, all’età di 46 anni.

Orari di aper­tu­ra di Palaz­zo Callas Exhi­bi­tions: tut­ti i giorni, tranne il lunedì, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 22. Ingres­so a paga­men­to: 2 euro.

 

Parole chiave: -