Conclusa la 9a edizone della mostra mercato

Tartufi Bresciani in mostra

25/11/2001 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

All’assessore regionale Fran­co Nicoli Cris­tiani il com­pi­to di tagliare il nas­tro inau­gu­rale del­la 9° mostra mer­ca­to provin­ciale del tartu­fo bres­ciano, ad Alessan­dro Sala, asses­sore allo sport del­la Provin­cia di Bres­cia quel­lo di pre­siedere il II° del­lo sporti­vo a cui han­no parte­ci­pa­to i migliori atleti dei pae­si del­la Valte­n­e­si oltre a quel­li di Salò e Desen­zano. Due appun­ta­men­ti, sep­pur diver­si tra loro ma uni­ti nel­la stes­sa man­i­fes­tazione, che il comune di Pueg­na­go da diver­si anni sta por­tan­do avan­ti, quel­la del­la val­oriz­zazione del tartu­fo delle nos­tre zone e local­ità. Teatro dell’esposizione l’ex palaz­zo Tebal­di­ni ora­mai acquis­to dall’Amministrazione comu­nale e per il quale il sin­da­co Gian­fran­co Com­in­ciali non ha man­ca­to di avan­zare all’assessore Nicoli, la richi­es­ta di un finanzi­a­men­to volto al recu­pero di questo mag­nifi­co edi­fi­cio che si affac­cia sul­la piaz­za prin­ci­pale quel­la ded­i­ca­ta al Beato don Giuseppe . Nelle vec­chie can­tine sono sta­ti sis­temati i vari stands che, las­cian­do ovvi­a­mente largo spazio al tartu­fo ed alle sue illus­trazioni, pro­ponevano vari prodot­ti locali dall’olio extravergine di oli­va ai mieli, alle grappe con i respon­s­abili dell’ANAG capeg­giati dal pres­i­dente Pai­ni, ed ai for­mag­gi locali. Nel­la ser­a­ta prece­dente, come det­to, fes­ta del­lo sporti­vo che ha vis­to la pre­sen­za, oltre che di sin­daci od asses­sori dei pae­si ader­en­ti all’iniziativa e dei respon­s­abili delle prin­ci­pali fed­er­azioni provin­ciali, anche di numerosi cam­pi­oni sia a liv­el­lo regionale che nazionale e mon­di­ale. Luca Vale­rio, ad esem­pio, per­son­ag­gio che non ha bisog­no di pre­sen­tazione; non man­ca­vano Mas­si­mo Manovali collezion­ista di una sfilza di pri­mi piaz­za­men­ti nel can­ot­tag­gio, l’azzurra di nuo­to Sara Gof­fi con la col­le­ga Sil­via Alessan­dria, il cam­pi­one regionale di nuo­to Fabio Riz­zar­di­ni e la cam­pi­ones­sa, sem­pre di nuo­to Chiara Ori­oli. Molti gli applausi ris­er­vati dal foltissi­mo pub­bli­co pre­sente al pic­col­is­si­mo cam­pi­one di ciclis­mo Jakub Mareczko vinci­tore di 19 gare su 24 dis­pu­tate con 3 sec­on­di posti 2 terzi posti e 1° clas­si­fi­ca­to ai cam­pi­onati provin­ciali e region­ali. Impos­si­bile citare i moltissi­mi altri pre­sen­ti. Da ricor­dare invece i gran­di cam­pi­oni pre­sen­ti ad iniziare dal cam­pi­onis­si­mo Gior­gio Lam­ber­ti, la cam­pi­ones­sa di ciclis­mo Maria Cres­sari, pri­ma­tista mon­di­ale 5/10/20 km ed 1 ora su pista a Cit­tà del Mes­si­co, Fran­co Cap­pel­let­ti cin­tu­ra nera 8° ed il ciclista Rena­to Bon­gioni. Nel pomerig­gio di ieri (domeni­ca) infine l’atteso con­veg­no, pro­mosso dall’Associazione Tart­u­fai Bres­ciano” sul “Tartu­fo bres­ciano: realtà e prospet­tive future” nel cor­so del quale l’esperto Vir­gilio Vez­zo­la ha annun­ci­a­to il rag­giung­i­men­to, nel comune di Roè Vociano, dei pri­mi risul­tati di pro­duzione “di un tartu­fo di ottime qual­ità: il Tuber macrospo­rum o tartu­fo nero lis­cio. Per la pri­ma vol­ta, infat­ti, — ha affer­ma­to Vez­zo­la – sot­to piante di carpino e noc­ci­o­lo micor­rizate e piantate nel 1977, sono sta­ti rac­colti tartu­fi di ques­ta specie. Si trat­ta di un tartu­fo pre­gia­to il cui pro­fu­mo è molto sim­i­le a quel­lo del tartu­fo bian­co”. Una specie forse poco conosci­u­ta, fra le 9 di cui è per­me­s­sa la rac­col­ta ed il com­mer­cio, il cui scar­so inter­esse deri­va esclu­si­va­mente dal­la esigua quan­tità disponi­bile. “Ora si aspet­ta solo la pro­duzione del tartu­fo bian­co – ha con­clu­so Vez­zo­la –, un atte­sa comunque per la quale ora­mai non ci sarà molto da attendere!”.

Parole chiave: -