Incontro pubblico per illustrare i risvolti del bilancio preventivo del 2008

Tasse, nel nuovo annonon ci saranno rincari

15/12/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Buone notizie per i con­tribuen­ti di Sirmione. L’anno prossi­mo non dovran­no aspet­tar­si rin­cari di tasse (canoni per occu­pazione spazi pub­bli­ci), o il ripristi­no dell’Ici per la pri­ma casa o l’introduzione del­la famiger­a­ta addizionale Irpef o, anco­ra, aumen­ti delle tar­iffe di parcheg­gio, anche se queste ultime sono già «salate» per loro con­to da alcu­ni anni. È quan­to è emer­so l’altra sera dall’incontro pub­bli­co tra la giun­ta Fer­rari e i cit­ta­di­ni svoltosi nel­la sala Vir­gilio in occa­sione del­la pre­sen­tazione e illus­trazione del bilan­cio pre­ven­ti­vo 2008 e di un pac­chet­to di lavori pub­bli­ci di par­ti­co­lare rilievo.Tornando alle agevolazioni fis­cali per il con­tribuente, Sirmione, come han­no spie­ga­to sia il sin­da­co Mau­r­izio Fer­rari che l’assessore al bilan­cio Gior­dano Sig­nori, può van­tar­si di aver appli­ca­to già dal 2006 una detrazione Ici per la pri­ma casa di 258 euro e dal 2007 addirit­tura sali­ta a 1.200 euro. Nel suo inter­ven­to, Sig­nori ha rifer­i­to che il bilan­cio pareg­gia su qua­si 11 mil­ioni di euro. Le entrate più sig­ni­fica­tive sono l’Ici (4 mln. 575 mila euro), i parcheg­gi pub­bli­ci (3 mln. 175 mila euro), i trasfer­i­men­ti dal­lo Sta­to (600 mila), infine gli affit­ti degli immo­bili comu­nali (515 mila) e i canoni dema­niali (350 mila). L’assessore ha quin­di assi­cu­ra­to che il prossi­mo anno non sono pre­visti aumen­ti di tar­iffe del bus urbano e dei plateati­ci, ricor­dan­do che «i assor­bono qua­si il 10% del bilan­cio, dimostran­do la con­tin­ua atten­zione su questo settore».Il 2008, si dice­va, seg­n­erà anche l’avvio di impor­tan­ti opere pub­bliche che tut­tavia non tutte potran­no essere real­iz­zate. Vedi­amo, comunque, quel­lo che ha illus­tra­to l’assessore ai lavori pub­bli­ci e vicesin­da­co Alessan­dro Mat­tin­zoli. Nel set­tore delle attiv­ità sportive ci sono in pred­i­ca­to i lavori di poten­zi­a­men­to del cen­tro di Lugana (600 mila euro), in quel­lo dell’arredo urbano la sis­temazione dei cen­tri del­la frazione di Roviz­za (500 mila), di Lugana (650 mila) e di Sirmione (1 mil­ione e 500 mila). Inter­ven­ti anche sul­la via­bil­ità, come la rota­to­ria tra la statale e via Tode­schi­no, la manuten­zione di numerose strade del­la local­ità e la rias­fal­tatu­ra di altre. Ci sono da aggiun­gere poi opere di abbel­li­men­to e per una migliore fun­zion­al­ità di zone tur­is­tiche come la spi­ag­gia Bre­ma, Pun­ta Grò e l’annesso Par­co Museo del Pesce, quin­di la sis­temazione del Par­co San Vito e dei prin­ci­pali gia­r­di­ni del­la peniso­la. L’intervento più con­sis­tente (oltre 3 mil­ioni di euro) riguar­da il prog­et­ta­to parcheg­gio sot­ter­ra­neo in local­ità Bag­n­era, nec­es­sario per impedire che i veicoli con­tin­uino ad asse­di­are il cen­tro storico.

Parole chiave: