Il primo cittadino risponde al Comitato: «Raccolti tutti i dati, organizzeremo un dibattito»

Tavina a Cunettone. Cipani temporeggia

03/02/2007 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Il sin­da­co di Salò, , prende tem­po sul­la vicen­da del­la , l’azienda che ha chiesto di costru­ire il nuo­vo sta­bil­i­men­to in local­ità Pratomag­giore, tra Vil­la e Cunet­tone, trasfor­man­do l’at­tuale in 120 mila metri cubi residenziali.«Considerata la ril­e­van­za urban­is­ti­ca del­la pro­pos­ta e l’in­ter­esse sus­ci­ta­to nel­la col­let­tiv­ità, che ha por­ta­to anche alla cos­ti­tuzione di un Comi­ta­to per la sal­va­guardia del ter­ri­to­rio, il quale ha sol­lecita­to di indire un’assem­blea pub­bli­ca per illus­trare gli aspet­ti essen­ziali del­l’­op­er­azione — spie­ga il sin­da­co in un man­i­festo -, sti­amo esam­i­nan­do con la doverosa atten­zione la richi­es­ta del­la soci­età Tavina. La val­uter­e­mo ispi­ran­do­ci alla mas­si­ma trasparen­za, e atte­nen­do­ci ai più sev­eri cri­teri di tutela del­l’am­bi­ente, nel rispet­to delle nor­ma­tive vigen­ti. I cit­ta­di­ni potran­no inter­a­gire con la Giun­ta munic­i­pale non solo attra­ver­so gli organi che li rap­p­re­sen­tano (con­siglio, com­mis­sioni), ma anche medi­ante incon­tri, tesi a illus­trare com­pi­u­ta­mente la volon­tà del­l’am­min­is­trazione comu­nale. Allo sta­to, per­al­tro, una riu­nione di questo genere appare pre­matu­ra, non essendo anco­ra in pos­ses­so di dati ed ele­men­ti suf­fi­ci­en­ti per aprire sul tema un dibat­ti­to serio, pon­der­a­to e costrut­ti­vo. Non appe­na si ver­i­ficher­an­no tali con­dizioni, sarà nos­tra cura orga­niz­zare il dibattito».Il Comi­ta­to per la sal­va­guardia del­la piana tra Vil­la e Cunet­tone ha già rac­colto centi­na­ia di firme e da tem­po sol­lecita un’ap­pro­fon­di­ta dis­cus­sione, non con­div­i­den­do l’idea del­la soci­età di imbot­tiglia­men­to di acque min­er­ali, che fa capo ad .