“L’innovazione nella tecnologia delle costruzioni e manutenzioni stradali” è il tema della giornata di incontro organizzata per il prossimo 15 novembre a Desenzano del Garda presso il Centro Congressi dell’Hotel Oliveto.

Tecnologie edili stradali: se ne parla a Desenzano

Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

L’innovazione nel­la tec­nolo­gia delle costruzioni e manuten­zioni stradali” è il tema del­la gior­na­ta di incon­tro orga­niz­za­ta per il prossi­mo 15 novem­bre a Desen­zano del Gar­da pres­so il Cen­tro Con­gres­si dell’Hotel Oliveto.La pro­pos­ta d’incontro viene da parte di due impor­tan­ti aziende garde­sane oper­an­ti nel set­tore edile-stradale come “Vez­zo­la” e “Antonut­ti” le quali, attra­ver­so inter­ven­ti da parte di esper­ti a liv­el­lo nazionale, inten­dono appro­fondire e soprat­tut­to met­tere a dis­po­sizione di altri espe­rien­ze e realtà con­sol­i­date negli anni attra­ver­so con­tinui aggior­na­men­ti tec­no­logi­ci che l’evoluzione indus­tri­ale mette in cam­po ogni giorno.Un’“evoluzione” che, par­tendo dalle nor­ma­tive tec­niche e pas­san­do dai mate­ri­ali, por­ta alla pro­fes­sion­al­ità dell’impresa esecutrice. Sul tavo­lo dei rela­tori, dopo il salu­to iniziale ai con­venu­ti da parte del pres­i­dente del­la Soci­età patroci­nante la gior­na­ta, pre­vis­to per le ore 9.00, si altern­er­an­no Fed­eri­co Scab­bio, del­la “Tec­no­con­sult Engi­neer­ing”, che par­lerà delle “Nuove tec­niche del Min­is­tero Infra­strut­ture in vig­ore dal 02/01/2003” e “L’impiego dei mate­ri­ali tradizion­ali di rici­clo nel­la for­mazione del­la Strut­tura stradale”. Seguirà Pao­lo Fer­rari del­la “Geo­lab” con “Con­trol­lo dei mate­ri­ali, ver­i­fiche ed anal­isi nel­lo svilup­po delle fasi pre­lim­i­nari di prog­et­tazione, di ese­cuzione e di col­lau­do”. Ad Anto­nio Ran­don e Fab­rizio Donzel­li, del “Servizio Ricerche Batec”, il com­pi­to di par­lare dei “Legan­ti bitu­mi­nosi mod­i­fi­cati” ai quali seguirà Ste­fano Ravaioli con “L’evoluzione dei bitu­mi mod­i­fi­cati nel­la costruzioni stradali e nell’utilizzi da parte degli Enti pro­pri­etari delle strade”. Non mancherà poi il tema, spes­so scot­tante, riguardante la “manuten­zione delle pavi­men­tazioni stradali: l’organizzazione dell’impresa per i lavori not­turni atti a ridurre incon­ve­ni­en­ti al traf­fi­co normale”.A Fed­eri­co Scab­bio, infine, il com­pi­to di con­clud­ere i lavori attra­ver­so una “doc­u­men­tazione visi­va su inter­ven­ti di “rici­clag­gio a fred­do” all’estero.Una gior­na­ta sicu­ra­mente impeg­na­ti­va e, soprat­tut­to, molto tec­ni­ca che non mancherà di incon­trare l’attenzione degli addet­ti ai lavori che ogni giorno sono chia­mati ad oper­are in questo set­tore a diret­to con­tat­to con nor­ma­tive e situ­azioni spes­so di dif­fi­cile appli­cazione ma che gra­zie pro­prio all’alta pro­fes­sion­al­ità rag­giun­ta, anche attra­ver­so incon­tri tec­ni­ci come quel­lo pro­mosso da Vez­zo­la e Antonut­ti, por­tano le nos­tre imp­rese edili-stradali, ad esprimere la loro alta preparazione ed affid­abil­ità pro­prio in quel set­tore stradale che ogni giorno ognuno di noi si tro­va ad uti­liz­zare nel­la mas­si­ma fidu­cia e sicurez­za di chi lo ha realizzato.Al ter­mine degli incon­tri ad ogni parte­ci­pante ver­rà con­seg­na­to un libro riguardante la tec­nolo­gia dei con­glomerati bitu­mi­nosi per impieghi stradali.