La Coverciano dell'acqua si avvia a un primo bilancio di questa intensa stagione, che ha visto anche i riflettori di Rai Uno.

Tempo di bilanci per Univela di Campione

09/10/2013 in Vela
Parole chiave: -
Di Redazione

In questi ulti­mi giorni i nuovi “Tal­en­ti”, l’ X Fac­tor del­la vela come l’ha chiam­a­to qual­cuno; la scor­sa set­ti­mana le tele­camere di RAI UNO “Lin­ea Blu” con inter­viste a Valentin Mankin, Alessan­dra Sensi­ni e al diret­tore tec­ni­co del­la nazionale azzur­ra Michele March­esi­ni; ecco come si lavo­ra pres­so l’ di Cam­pi­one di Tremo­sine. La Cov­er­ciano del­l’ac­qua si avvia così a fare un suo pri­mo bilan­cio di ques­ta inten­sa sta­gione che ha vis­to lun­go la pic­co­la peniso­la del­la cos­ta lom­bar­da del Gar­da il meglio del­la vela inter­nazionale.

A metà set­tem­bre c’er­a­no ben 240 sin­golisti del Laser per l’I­talia Cup, pro­mossa da Asso­laser e dal Cir­co­lo Vela Gargnano, sodal­izio che ha anche pro­pos­to, sem­pre alla base ad Uni­vela, l’Eu­ro Mas­ter Laser del mese di mag­gio, men­tre lo Yacht Club di Acquafres­ca ha uti­liz­za­to gli spazi a ter­ra per i due tri­col­ori del sin­go­lo “D‑One” e del “Moth”.

Infine il Vela Club di Cam­pi­one, sem­pre uti­liz­zan­do lo scivo­lo di Uni­vela, ha orga­niz­za­to la Cop­pa Italia del sin­go­lo Finn, gara che ha vis­to al via 28 skip­per. Cen­tro inter­nazionale, cen­tro per tut­to il ter­ri­to­rio, pun­to di aggregazione non solo sporti­va, mostre d’arte, con­cer­ti musi­cali e con­veg­ni, ecco la rot­ta che la nuo­va preziosa strut­tura di Cam­pi­one e ha intrapre­so e che porterà avan­ti il prossi­mo anno. Nes­suno si sbi­lan­cia ma di cer­to è con­fer­ma­ta la part­ner­ship orga­niz­za­ti­va con il Cir­co­lo Vela Gargnano che nel 2014 dovrebbe portare ad Uni­vela una o due man­i­fesstazioni inter­nazion­ali, un Cam­pi­ona­to Mon­di­ale e un Cam­pi­ona­to Europeo, più un’al­tra serie di regate, com­pre­sa la pre­sen­tazione del­la 64^ , salta­ta quest’an­no per il seque­stro giudiziario che ha col­pi­to, nel mese di luglio, di fat­to tut­ta la cit­tadel­la vel­i­ca di Cam­pi­one.

L’edi­zione del prossi­mo anno del­la Cen­tomiglia a tut­to lago ricorderà i 60 anni del­la stor­i­ca vit­to­ria del­la famiglia Croce alla rega­ta del Gar­da per eccel­len­za. All’e­poca Beppe Croce era pres­i­dente del­la Fed­er­azione Mon­di­ale e Ital­iana del­la vela, così come oggi lo è suo figlio Car­lo, anche lui nel­l’e­quipag­gio vinci­tore di quel­la Cen­to.

Par­tire dal Cen­tro di Preparazione di Fed­ervela sarà quin­di un atto dovu­to nei con­fron­ti del mas­si­mo diri­gente del­la vela inter­nazionale. La strut­tura di Uni­vela di Cam­pi­one del Gar­da sorge su una super­fice di cir­ca 8000 metri quadri di cui 1100 cop­er­ti. Dispone di 42 stanze in gra­do di accogliere fino a 170 per­sone, di un ris­torante, di sale riu­nioni, di una palestra, di un hangar per il rimes­sag­gio delle imbar­cazioni con un altez­za di 11 metri, che per­me­tte di armare le barche al chiu­so, di una gru per l’alaggio delle imbar­cazioni e di un ampio parcheg­gio dove las­cia­re van, auto e car­rel­li. Il prog­et­to Uni­vela è nato gra­zie alla famiglia Maz­zon, da sem­pre atti­va nel­l’am­bito del set­tore tur­is­ti­co, a Regione Lom­bar­dia, al Comune di Tremo­sine del Gar­da, all’ac­cor­do di pro­gram­ma che l’ha indi­vid­u­a­to come Prog­et­to di Eccel­len­za per il 2011/12 , per i Fon­di Odi (comu­ni di con­fine).

Parole chiave: -