Ti aspettavamo qui”

29/01/2020 in Attualità
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Gabriele d’Annunzio, quan­do decise di costru­ire il pro­prio mau­soleo, scelse dieci ami­ci, com­pag­ni di guer­ra a Fiume, per­ché i loro resti cir­con­dassero la sua urna. Su un’urna, anco­ra vuo­ta, è inciso il nome di Ric­car­do Gigante.

Sin­da­co di Fiume per 25 anni e Sen­a­tore del Reg­no d’Italia, Gigante venne ucciso sen­za proces­so a Cas­tua, il 4 mag­gio 1945, da un repar­to jugosla­vo, con sette con­nazion­ali. I poveri resti sono sta­ti rin­venu­ti recen­te­mente in una fos­sa comune e, gra­zie alla pro­va del DNA cui si è sot­to­pos­to il dis­cen­dente Dino Gigante, è sta­to pos­si­bile iden­ti­fi­car­li.

La Fon­dazione Il Vit­to­ri­ale degli Ital­iani e la Soci­età di Stu­di Fiu­mani daran­no deg­na sepoltura ai resti di Ric­car­do Gigante, con il pieno con­sen­so del­la famiglia, rispet­tan­do la volon­tà del Poeta e ono­ran­do il Cadu­to.

Il testo auto­grafo di un telegram­ma sped­i­to da d’Annunzio a Gigante nel 1921, che potete leg­gere qui, assume dunque un sig­ni­fi­ca­to qua­si pro­feti­co,”. Scrive il pres­i­dente del Vit­to­ri­ale Gior­dano Bruno Guer­ri nel­la sua pre­sen­tazione del­la cer­i­mo­nia che avrà luo­go il prossi­mo 15 feb­braio.

Sarà un even­to eccezionale e den­so di sig­ni­fi­ca­to che vedrà la pre­sen­za di numerose autorità civili e mil­i­tari fra le quali il sen­a­tore Mau­r­izio Gas­par­ri e l’Assessore Regionale Ste­fano Bruno Gal­li. Il cer­i­mo­ni­ale prevede che alle ore 12, dopo 11 colpi a salve di can­none ver­rà aper­ta l’ur­na dove Dino Gigante depositerà i resti del sen­a­tore Ric­car­do Gigante insieme a quel­li di alcune vit­time delle foibe da anni gia­cen­ti in una pic­co­la urna.

Alle 12,30 suon­erà il Silen­zio.

Commenti

commenti