Domani si alza il velo sul tempio ristrutturato.
Il luogo di culto è reduce da una radicale opera di restauro costata 250 mila euro

Tignale «riabbraccia» la chiesa di San Pietro

07/07/2007 in Attualità
A Affi
Di Luca Delpozzo
B.F.

Viene inau­gu­ra­ta domani a Gar­dola di Tig­nale, la chiesa di San Pietro reduce da una rad­i­cale opera di restau­ro. Un’iniziativa resa pos­si­bile dal­la sin­er­gia fra la Pieve di e il Comune.Alla cer­i­mo­nia — con la mes­sa alle 11 alla Pieve, il cor­teo ver­so la chiesa di San Pietro alle 12 e la benedi­zione e inau­gu­razione alle 12.15 — inter­ver­rà il car­di­nale Sal­va­tore De Gior­gi, arcivesco­vo emer­i­to di Palermo.Il restau­ro del­la chieset­ta di San Pietro, sec­on­do il sin­da­co di Tig­nale Man­lio Bon­in­con­tri, cos­ti­tu­isce l’ele­men­to più sug­ges­ti­vo delle opere con­cretiz­zate dal­l’Am­min­is­trazione comu­nale. I lavori dell’edificio era­no iniziati quan­do il par­ro­co era don Cesare Can­car­i­ni, sos­ti­tu­ito poi dall’attuale don Giuseppe Mat­tan­za. Il docente Gian Pietro Bro­gi­o­lo, in col­lab­o­razione con l’ di Pado­va e la Soprint­en­den­za di Bres­cia, ha con­dot­to gli stu­di ed a tito­lo gra­tu­ito ha col­lab­o­ra­to alla redazione del prog­et­to per la parte stori­co-arche­o­log­i­ca così come l’Asar a cron­i­mo di Asso­ci­azione stori­co arche­o­log­i­ca del­la Riv­iera, ha col­lab­o­ra­to alle fasi di sca­vo e studio.I lavori, a parere del sin­da­co, han­no dato un risul­ta­to addirit­tura migliore rispet­to alle aspet­ta­tive, con scop­er­ta di affres­chi sot­to l’ul­ti­mo intona­co del­la vol­ta absi­dale. È sta­ta rifat­ta com­ple­ta­mente la pavi­men­tazione ester­na, orig­i­nar­i­a­mente pre­vista solo in parte. «L’am­montare com­p­lessi­vo delle opere è sta­to di cir­ca 250 mila euro, intera­mente a cari­co del Comune — ricor­da Bon­in­con­tri -. Ad ogni modo l’intervento, anche per l’importanza dei ritrova­men­ti fat­ti durante lo sca­vo, rimane uni­co nel suo genere nell’Alto Gar­da».