La cena del Circolo Vela porta una notizia molto importante

Torbole riaggancia la Centomiglia

09/12/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
r.s.

Il ritorno sul Gar­da trenti­no del­la , la più impo­nente e impor­tante rega­ta in acque interne, potrebbe pro­fi­lar­si quan­to pri­ma. E, se così sarà, si trat­ta sen­z’al­tro di un gra­di­to ritorno, dopo quel­lo che è da con­sid­er­ar­si, per inizia­ti­va del comi­ta­to orga­niz­za­tore, un autoe­silio: una protes­ta con­tro il divi­eto impos­to da Tren­to ver­so la a motore e che, sen­za dero­ga alcu­na, ha esclu­so, di fat­to, dal­la rega­ta il gran codaz­zo di moto­scafi al segui­to. Per il ritorno stan­no lavo­ran­do gli orga­niz­za­tori del Cir­co­lo veli­co di Gargnano, ma anche i diri­gen­ti del . Sono questi ulti­mi, infat­ti, che stan­no con­cor­dan­do con la Provin­cia i visti per riammet­tere (un solo giorno) la nav­igazione a motore.A rivedere lo spet­ta­co­lo delle gran­di vele gon­fie del­l’òra ci ten­gono del resto un po’ tut­ti. E la boa dis­lo­ca­ta al largo del gol­fo di Tor­bole è sem­pre sta­ta, quan­to a cam­po di rega­ta, una garanzia di pas­sag­gio dove di cer­to non man­ca­va lo spi­rar del ven­to, mag­a­ri dopo aver pati­to a lun­go le bonac­ce nel bas­so lago.Non a caso si è anche trat­ta­to di uno dei pun­ti ago­nis­ti­ca­mente più com­bat­tuti ed inter­es­san­ti pure per la fol­la di appas­sion­ati che segue i bor­deg­gi e si assiepa non solo sulle imbar­cazioni di appog­gio, ma anche sul­la vic­i­na Garde­sana, e, soprat­tut­to, per le riprese tele­vi­sive, che non guas­tano per l’al­to Gar­da dal pun­to di vista del­la pro­mozione pub­blic­i­taria, vista la riso­nan­za inter­nazionale che gode la Cen­tomiglia. Si pre­sume nat­u­ral­mente che giocher­an­no un loro ruo­lo deter­mi­nante anche gli sponsor.L’annuncio del­l’im­mi­nente accor­do è sta­to dato, assieme alla con­seg­na al pres­i­dente del cir­co­lo, San­toni, del libro edi­to per i 50 anni del­la pres­ti­giosa rega­ta, nel cor­so del­la tradizionale cena offer­ta alla fine del­l’an­no dal cir­co­lo vela ai suoi numerosi col­lab­o­ra­tori. Un incon­tro con­viviale che ha per­me­s­so anche al cir­co­lo di antic­i­pare quale sarà il cal­en­dario delle man­i­fes­tazioni del 2001. Una sta­gione che si pre­an­nun­cia anche ques­ta molto impeg­na­ti­va. In pro­gram­ma, infat­ti, ci sono ben due cam­pi­onati mon­di­ali e un cam­pi­ona­to europeo.In tut­to saran­no però orga­niz­zate dod­i­ci man­i­fes­tazioni. A com­in­cia­re da aprile quan­do scen­der­an­no in com­pe­tizione le derive del­la classe Europa. Segue a mag­gio il 4º Inter­na­tion­al Week, un’im­bar­cazione che si pre­sen­terà anche in set­tem­bre per dis­putar­si l’eu­ropeo. Ad inizio giug­no tor­na la Star nel 28º cam­pi­ona­to di dis­tret­to. Subito dopo, ci sarà l’Alpen Cup per le clas­si Dart & A Cat. A fine giug­no toc­cherà al pic­co­lo , quin­di all’Ho­bie Tiger in uno dei due cam­pi­onati del mon­do. A luglio la farà da padrone il surf nel­la riedi­zione del King of the lake. Ad agos­to Sol­ing e FD. A set­tem­bre, dopo l’eu­ropeo Melges, il sec­on­do dei mon­di­ali, ris­er­va­to alla classe B 14. Infine il 31º Tor­na­do Tor­bole Tro­phy e il Win­ter Championship.