Accordo raggiunto tra Comune e Aci: la classica corsa automobilistica in salita si disputerà il 7 e l’8 giugno prossimi. La gara è stata nuovamente allungata: sei chilometri con doppio tornante. Due manches con intervallo per i pellegrini diretti alla Mad

Torna la Caprino — Spiazzi. E gratis

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
(b.b.)

«La Capri­no-Spi­azzi si farà». Ad annun­cia­r­lo, molto sod­dis­fat­ta, è il sin­da­co di Capri­no, Maria Tere­sa Girar­di, alla con­clu­sione di un incon­tro con l’Aci (Auto­mo­bile club Italia), svoltosi a Capri­no all’hotel Vil­la Cavi­o­la il penul­ti­mo giorno dell’anno. Alla riu­nione, riv­e­latasi deci­si­va, han­no parte­ci­pa­to i ver­ti­ci dell’Aci veronese: il pres­i­dente Giuseppe Arcaroli, il diret­tore Arnal­do Fer­rarese, Gior­gio Ungaret­ti, pilota e com­po­nente dell’Aci, il diret­tore di gara Alber­to Riva, e anche l’assessore allo sport, Elio Zanet­ti. Così, dopo i tagli al per­cor­so nel 2000 e la sospen­sione dell’anno scor­so, la gara auto­mo­bilis­ti­ca più ama­ta del -Gar­da riparte quest’estate, alla grande e anche con qualche novità: per­cor­so nuo­va­mente allun­ga­to, par­co chiu­so ris­er­va­to ai con­trol­li a Spi­azzi, due manch­es, niente bigli­et­te­ria, meno dis­tur­bo pos­si­bile per i pel­le­gri­ni diret­ti al San­tu­ario del­la Madon­na del­la Coro­na. «Siamo molto con­tenti che ques­ta tradizione nata 22 anni fa si ripeta», com­men­ta Arcaroli. «La gente di Capri­no ci tene­va moltissi­mo e abbi­amo pen­sato che, nonos­tante qualche sac­ri­fi­cio dal pun­to di vista finanziario, val­e­va la pena riprovare. Molto prob­a­bil­mente tro­ver­e­mo anche qualche spon­sor». E’ il diret­tore Fer­rarese a spie­gare nei det­tagli le carat­ter­is­tiche tec­niche del­la clas­si­ca cor­sa in sali­ta Capri­no-Spi­azzi edi­zione 2003. «Il per­cor­so pas­sa da 5.350 a 6.000 metri», esor­disce. «Si è deciso cioè di allun­gare la gara di quei 700 metri che per­me­t­tono di portare l’arrivo subito dopo local­ità Mile­to, inclu­den­do il doppio tor­nante del­la Bai­ta che nel 2001 era sta­to esclu­so pur essendo un trat­to impor­tante dal pun­to di vista tec­ni­co-sporti­vo per­ché richiede atten­zione e capac­ità par­ti­co­lari». Anche Spi­azzi sarà coin­volto dal­la ker­messe come ful­cro dell’arrivo: «Il par­co chiu­so sarà in questo local­ità: le vet­ture andran­no a posizionarvisi dopo la gara per gli even­tu­ali con­trol­li da parte dei com­mis­sari tec­ni­ci». Novità invece per quan­to riguar­da il cal­en­dario: «La cor­sa, che era sta­to mes­sa nel cal­en­dario Aci Csai per il 31 mag­gio e 1 giug­no, sarà sposta­to a saba­to 7 e a domeni­ca 8 giug­no, giorni rispet­ti­va­mente ris­er­vati alle prove e alla gara», dice Arcaroli. «Lo si è fat­to per evitare sovrap­po­sizioni con un’altra gara di cam­pi­ona­to ital­iano che si svolge a Cosen­za e che potrebbe ‘rubar­ci’ qualche nome di pilota impor­tante», pre­cisa Fer­rarese. La gara si ter­rà quin­di in due manche: «Come era sta­to nell’ultima edi­zione», ricor­da Fer­rarese che aggiunge: «Chieder­e­mo comunque al San­tu­ario del­la Madon­na del­la Coro­na di sop­portare il dis­a­gio che arrecher­e­mo vis­to che ora la gara arri­va a Spi­azzi. Da parte nos­tra fare­mo in modo che i pel­le­gri­ni pos­sano scen­dere e salire la scali­na­ta nell’ inter­val­lo tra la pri­ma e la sec­on­da manche, cioè dalle 13 alle 14 o dalle 13.30 alle 14.30». Dal pun­to di vista finanziario il Comune con­tin­uerà a con­tribuire con i soli­ti 20 mil­ioni di vec­chie lire: «Si cercherà di econ­o­miz­zare su spese gen­er­ali, non cer­to sul­la sicurez­za», dice Girar­di. «Forse avre­mo qualche spon­sor… qualche nome c’è già; e prob­a­bil­mente otter­re­mo un aiu­to da parte del­la Comu­nità del Bal­do. Sti­amo comunque pen­san­do a qualche inizia­ti­va da orga­niz­zare durante le ser­ate prece­den­ti la gara per meglio accogliere i piloti e le loro famiglie e per dare mag­gior lus­tro e risalto all’evento». Una novità, infine, riguar­da la bigli­et­te­ria: «Facen­do un po’ di cal­coli si è vis­to che far pagare il bigli­et­to non è poi così remu­ner­a­ti­vo: prob­a­bil­mente arriverà più gente e ciò creerà anche un mag­giore indot­to ai due Comu­ni inter­es­sati».

Parole chiave: