Torna il Medioevo a Padenghe sul Garda

Di Luigi Del Pozzo

Quest’anno la fes­ta non dis­porrà degli ampi spazi di Piaz­za d’Annunzio, di cui è in cor­so la com­ple­ta riqual­i­fi­cazione, ma tut­to è sta­to orga­niz­za­to per non far man­care lo spet­ta­co­lo ed il coin­vol­gi­men­to dei vis­i­ta­tori. Il com­ple­ta­men­to dell’intervento entro la prossi­ma estate, se non ci saran­no intop­pi, con­sen­tirà anche di sper­i­menta­re for­mule nuove.

Nel frat­tem­po, per ovviare all’assenza del­la piaz­za, il perimetro del­la fes­ta è sta­to amplia­to par­tendo dai gia­r­di­ni di Via Bar­bi­eri che ospit­er­an­no le esi­bizioni di Fal­cone­r­ia, anche not­tur­na.

Il Cen­tro Stori­co di Padenghe è com­ple­ta­mente pedonal­iz­za­to e barda­to a fes­ta; sarà ani­ma­to dai banchi del­la “Fiera delle Antiche Arti e Mestieri” con Arti­giani in cos­tume che pro­pon­gono antiche e tradizion­ali attiv­ità (Fil­iera del­la Seta e del­la Col­ore­ria, Fab­bro, pro­duzione del­la Perga­me­na, Folendaro(Selciaio), Tornio per leg­no, Bat­ti­rame, Bat­ti­mon­e­ta con conio del­la mon­e­ta di Padenghe, Muli­no per la fari­na) e dagli Artisti di stra­da: Sputa­fuo­co, Gio­col­ieri, Tram­polieri e Fachi­ro. Le sfi­late dei grup­pi in cos­tume, accom­pa­g­nate da tam­buri, chiarine e sbandier­a­tori, col­or­eran­no ulte­ri­or­mente l’ambiente men­tre a sod­dis­fare i palati, penser­an­no le Con­trade di Padenghe (Cen­tro, Monte e Castel­lo, Tor­ri­cel­la e Vil­la) con le loro apprez­zate spe­cial­ità gas­tro­nomiche tipiche. La Con­tra­da Cen­tro, seguen­do l’esempio del­la fes­ta degli , uti­lizzerà, per la som­min­is­trazione dei cibi, solo stoviglie biodegrad­abili, in osse­quio alla appli­ca­ta con suc­ces­so in tut­to il paese. L’evento ver­rà chiu­so dai con­sueti Fuochi d’Artificio con l’incendio pirotec­ni­co del Castel­lo.

Si inizia Saba­to 16 agos­to alle ore 18,00 con la “Fiera delle Antiche Arti e Mestieri” aper­ta fino alle 23,00, per pros­eguire con l’apertura degli stand gas­tro­nomi­ci alle 19,00 e le ani­mazioni itin­er­an­ti, infram­mez­zate, alle 20,00 dall’esibizione di Fal­cone­r­ia not­tur­na, alle ore 21,00 dal­la sfi­la­ta dei Grup­pi in cos­tume e chiusa dal­la per­for­mance e del Grup­po Teli Volan­ti.

Domeni­ca 17 l’apertura, alle ore 11,00, è affi­da­ta ai Fal­conieri, che si ripeter­an­no alle 16,00 e alle 18,30; alle 14,30, nel cor­tile del Munici­pio simul­tanea di scac­chi a cura del­la scuo­la di scac­chi “Torre e Cav­al­lo” di Sarez­zo con istrut­tori impeg­nati con­tem­po­ranea­mente in varie par­tite e una maxi scac­chiera a dis­po­sizione di chi vor­rà cimen­ta­r­si nel­la sfi­da.

Alle 17,30 riapre la “Fiera delle Antiche Arti e Mestieri”, alle 19,00 gli stand delle Con­trade e alle 21,00 nuo­va­mente la sfi­la­ta dei Grup­pi in cos­tume, sem­pre con il con­torno di Artisti di stra­da e il sup­por­to di tam­buri, chiarine e sbandier­a­tori. Al ter­mine l’esibizione del Man­gia­fuo­co e altre Gio­co­lerie.

Gran finale di Padenghe Medievale alle 22,30 cir­ca con lo spet­ta­co­lo dei Fuochi d’artificio che simuler­an­no anche l’incendio del Castel­lo con effet­ti pirotec­ni­ci. La Man­i­fes­tazione è orga­niz­za­ta dagli Asses­so­rati Tur­is­mo e Com­mer­cio, Sport e Cul­tura con la col­lab­o­razione delle Con­trade, del­la Polisporti­va G.B. Vighen­zi, del­la Con­sul­ta Gio­vanile e del­la Com­pag­nia del Sipario Medievale di Verona.