L'altra sera la Gardesana ha riaperto a senso unico alternato, fra Toscolano e Bogliaco, località Moie.

Toscolano-Gargnano: si torna alla normalità in attesa di nuovi lavori

Di Luca Delpozzo
s.z.

L’al­tra sera la Garde­sana ha ria­per­to a sen­so uni­co alter­na­to, fra Toscolano e Bogli­a­co, local­ità Moie. Col traf­fi­co rego­la­to da un semaforo. A mez­zo­giorno i tre camion del­la dit­ta Gas­pari­ni di Idro ave­vano già car­i­ca­to ter­ric­cio e mas­si per cir­ca 400 metri cubi, por­tan­do­lo nelle cave di Sopra­zoc­co. Ne resta­vano altret­tan­ti. Un lavoro da con­clud­ere in ser­a­ta. La rus­pa ave­va già ulti­ma­to la pulizia del­la parete, men­tre i roc­cia­tori tagli­a­vano alcune piante. I , gui­dati dal mares­cial­lo Vin­cen­zo Andaloro, che coman­da la stazione, e i vig­ili urbani di Bruno Bor­dignon han­no garan­ti­to il servizio. Gli auto­mo­bilisti han­no dovu­to, al più, atten­dere in coda per una deci­na di minu­ti. Il caos di mart­edì, nonos­tante la buona volon­tà delle , rimar­rà a lun­go tra le pagine nere. Sta­mat­ti­na, in quel trat­to, la 45 bis ripren­derà il volto nor­male, con la cir­co­lazione a doppio sen­so. Gli uomi­ni del­l’Anas (il geome­tra Faus­to Picil­lo, respon­s­abile di zona, Ren­zo Cam­pani, ecc.) han­no segui­to da vici­no la bonifi­ca. Ora il com­par­ti­men­to regionale dovrà val­utare il da far­si: real­iz­zare un muro di con­teni­men­to? Col­lo­care una rete? Tam­ponare con altra soluzione? Il geol­o­go Michele Con­ti ha effet­tua­to una per­izia, con­fer­man­do la mes­sa in sicurez­za del­la parete, e dan­do l’ok alla totale ria­per­tu­ra. Una curiosità. La frana ha trasporta­to sul­la Garde­sana cir­ca 800 metri cubi, rispet­to ai 3000 di Limone.