Si stanno leccando le ferite dei malanni delle abbondanti piogge delle scorse settimane.

Tra gli olivi cura ricostituente dopo i guai causati dal maltempo

23/01/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
cad.

Si stan­no lec­ca­n­do le ferite dei malan­ni delle abbon­dan­ti piogge delle scorse set­ti­mane. Si è inizia­to con il con­sis­tente inter­ven­to di oltre 450 mil­ioni in via Lomego, la stra­da che por­ta alla zona del­l’o­livia sovras­tante le Braile. S’era ver­i­fi­ca­ta una situ­azione di grave peri­colosità di un trat­to del­la car­reg­gia­ta. Si è ora pas­sati sul­la passeg­gia­ta che dal­l’inizio di via Bet­ti­nazzi, vici­no a piaz­za Tre Novem­bre, por­ta sul­la Cos­ta ed al castel­lo. Qui ha cedu­to per oltre una venti­na di metri un muraglione a sec­co alto quat­tro metri che sta­va franan­do sul sot­tostante per­cor­so pedonale. I lavori di ripristi­no risul­tano dif­fi­coltosi per l’im­pos­si­bil­ità di acces­so dei mezzi mec­ca­ni­ci e del mate­ri­ale occor­rente al cantiere. Tan­t’è che per super­are l’inghip­po è sta­to nec­es­sario far inter­venire un eli­cot­tero sul­la Cos­ta il nec­es­sario. Non è tut­to. La parte iniziale del­la passeg­gia­ta al castel­lo, cos­ti­tui­ta da scali­ni e grad­i­nate, è sta­ta livel­la­ta da uno stra­to di ghi­a­ia per con­sen­tire l’agev­ole pas­sag­gio delle car­riole e di altri mezzi di lavoro. Il cos­to del rifaci­men­to del muraglione, che ver­rà rin­forza­to da un sosteg­no inter­no in cemen­to arma­to, si aggir­erà sui 77 mil­ioni. La mag­gior parte degli inter­ven­ti, come in via Lomego, saran­no a cari­co del­la Provin­cia, in quan­to esiste è una legge che rim­bor­sa i dan­ni causati dalle peri­odiche calamità naturali.