.

Traversata a nuoto del lago per aiutare chi soffre

29/09/2006 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Undi­ci chilometri a nuo­to, nel , come atto di sol­i­da­ri­età. La sin­go­lare inizia­ti­va, in pro­gram­ma domeni­ca, è pro­mossa da sei ragazzi del locale Grup­po Sporti­vo che con un plateale gesto, non pri­vo di grande sfor­zo fisi­co, vogliono atti­rare l’attenzione sul mon­do del volon­tari­a­to e in par­ti­co­lare sull’Amo, asso­ci­azione mala­to onco­logi­co, del Gar­da che da anni assiste nelle pro­prie case i malati ter­mi­nali. Pro­tag­o­nisti del­la attra­ver­sa­ta a nuo­to, da Sirmione a , sono in stret­to ordine alfa­beti­co Manolo Bertasi, Ste­fano Con­soli­ni, Simone Gian­franceschi, Dario Mam­mone, Fabio Sala e Ric­car­do Vel­li­ni. La parten­za è pre­vista poco dopo le otto dal­la pun­ta del­la peniso­la di Cat­ul­lo con arri­vo, pre­sun­to, a mez­zo­giorno nel por­to di Bar­dolino. Al segui­to del drap­pel­lo di atleti alcune barche d’appoggio oltre al mez­zo nau­ti­co del­la locale Croce Rossa che avrà il com­pi­to di assis­tere, in caso di bisog­no, i sei intre­pi­di garde­sani, tut­ti res­i­den­ti a Bar­dolino. «Nei giorni scor­si abbi­amo sen­si­bi­liz­za­to gli oper­a­tori com­mer­ciali in mer­i­to a ques­ta inizia­ti­va che ha lo scopo prin­ci­pale di rac­cogliere fon­di a favore delle asso­ci­azione benefiche del ter­ri­to­rio», spie­ga Fabio Sala, «abbi­amo pen­sato di com­in­cia­re con l’Amo per poi il prossi­mo anno, sem­pre nell’ambito del­la Fes­ta dell’Uva, porre l’attenzione e il sosteg­no eco­nom­i­co su altre impor­tan­ti realtà esisten­ti in paese. Fino ad oggi la som­ma rac­col­ta è di cir­ca duemi­la euro», con­clude Sala che ha al suo atti­vo la parte­ci­pazione alla gara di Iron­man svol­ta recen­te­mente a Kla­gen­furt in Austria.

Parole chiave: -