Tre medaglie per i nuotatori desenzanesi ai Campionati Italiani Assoluti di Riccione

Di Luigi Del Pozzo

Si sono con­clusi i Cam­pi­onati Ital­iani Asso­lu­ti di nuo­to. La Pisci­na Comu­nale di Ric­cione ha ospi­ta­to 139 Soci­età per un totale di 621 atleti così sud­di­visi: 316 maschi e 305 fem­mine (1495 pre­sen­ze gara e 135 staffette).

Ric­co il medagliere (1 oro, 6 argen­ti e 3 bronzi) per il Team Nuo­to Lom­bar­dia che ha schier­a­to 34 nuo­ta­tori (sec­on­da per numero di parte­ci­pan­ti dietro solo al Cir­co­lo Can­ot­tieri Aniene) di cui 16 maschi e 18 fem­mine (95 le pre­sen­ze gara e 12 le staffette).

Quat­tro era­no gli atleti prove­ni­en­ti dal­la sezione di Desen­zano del Gar­da. Due le medaglie per Alessan­dro Bori rispet­ti­va­mente nel­la staffet­ta 4x100sl (con Mat­tia Schirru, Vale­rio Cog­gi e Fil­ip­po Magni­ni – tem­po 03’18”52) e 4x200sl (insieme a Vale­rio Cog­gi, Mau­r­izio Mot­to­la e Fil­ip­po Magni­ni – tem­po 07’21”02). Per il gio­vane velocista anche due otti­mi posti nelle finali A dei 50sl e 100sl, prestazioni che sono valse le qual­i­fi­cazioni a Europei e Mon­di­ali Juniores. C’è gioia anche per Ste­fa­nia Car­ta­pani, argen­to nei 100do con il crono di 01’01”22, dietro solo a Margheri­ta Panziera. Medaglia di leg­no invece nei 50do (28”92) dopo il tito­lo ital­iano asso­lu­ti del­lo scor­so dicem­bre.

Non sale sul podio ma dis­pu­ta un bel cam­pi­ona­to ital­iano Veron­i­ca Neri, che nei 100do si fer­ma ai pie­di del podio con il tem­po di 01’01”47 ed è ses­ta nei 50do (28”93). Infine Manuel Fran­co Cofrani che, come sua migliore prestazione, fa reg­is­trare il 1° pos­to nel­la finale B dei 50do (26”10).

Sod­dis­fat­to coach Alessan­dro Brosco: Il giudizio com­p­lessi­vo è pos­i­ti­vo vis­to che tor­ni­amo da questi cam­pi­onati con tre medaglie. Molto bene Alessan­dro Bori, non solo per le medaglie ma anche per i tem­pi che gli han­no per­me­s­so di stac­care il pass per Europei e Mon­di­ali Juniores. Stes­so dis­cor­so per Ste­fa­nia Car­ta­pani, ormai cresci­u­ta di liv­el­lo, tan­to da mer­i­tar­si la pri­ma con­vo­cazione in nazionale. Infine, sono con­tento per Veron­i­ca Neri, anche lei con ottime prob­a­bil­ità di con­vo­cazione in azzur­ro”.