Un grande acquario di acqua dolce nel progetto per l’area del municipio. Nel bilancio ci sono 14 miliardi ma ora serve anche l’aiuto dei privati

Trecento auto e decine di pesci nel parcheggio sotto la piazza

10/04/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Il prog­et­to che ridis­eg­na piaz­za Statu­to redat­to dall’architetto Lucio Dona­ti­ni si è pos­to come obi­et­ti­vo principe quel­lo di lib­er­are l’area sot­tostante il munici­pio dalle auto­mo­bili e riqual­i­fi­care la piaz­za con ampi spazi a verde e volu­mi ad uso pub­bli­co. D’accordo con la Soprint­en­den­za, l’amministrazione ha accan­to­na­to l’idea di stravol­gere l’assetto del­la piaz­za e l’ara voti­va, opera di Ettore Fag­iuoli inau­gu­ra­ta nel set­tem­bre del 1926. L’obiettivo di lib­er­are piaz­za Statu­to dalle auto è sta­to risolto con la creazione di più liv­el­li inter­rati di autorimesse in gra­do di aumentare l’attuale capac­ità di parcheg­gio. «Ricaver­e­mo 300 posti auto più 38 box da adibire a mag­a­zz­i­no», spie­ga il sin­da­co Giuseppe Lom­bar­di. La strut­tura inter­ra­ta si arti­co­la in quat­tro liv­el­li con ingres­so a rampe eli­coidali pos­to dietro l’edificio munic­i­pale, dove le auto arrivano dopo aver imboc­ca­to cor­so Garibal­di. La parte sud ovest di piaz­za Statu­to ora occu­pa­ta dal­la stra­da sarà ridis­eg­na­ta con l’allargamento del mar­ci­apiede, la creazione del pas­sag­gio pedonale man­cante e la mes­sa a dimo­ra di piante. Il tut­to sino allo slargo delle scali­nate di via Par­roc­chia, in cor­rispon­den­za del­la quale ver­rà real­iz­za­ta una piazzetta arreda­ta ad anfiteatro con fontana cen­trale ed alber­atu­ra a coro­na. L’assetto del­la con­serverà il sen­so uni­co attuale esten­den­do­lo a qua­si tut­to cor­so Garibal­di, che sarà inter­es­sato dal tran­si­to in sali­ta solo nell’ultimo trat­to. L’uscita dei veicoli avver­rà attra­ver­so una nuo­va ram­pa pos­te­ri­ore che riporterà in prossim­ità del­la rota­to­ria sul­la Garde­sana. La super­fi­cie davan­ti al munici­pio, oggi inter­es­sa­ta dal­la bar­ri­era di pedag­gio in usci­ta dei veicoli e dalle attiv­ità del super­me­r­ca­to, ver­rà riguadag­na­ta all’uso pedonale e diven­terà una sec­on­da piazzetta. Nel­la piaz­za grande, ripavi­men­ta­ta e restau­ra­ta, ver­rà real­iz­za­to un leg­gero inter­ven­to di arredo: tre sis­te­mi di grad­i­nate per la sos­ta dei pedoni. Par­ti­co­lare atten­zione è sta­ta pos­ta alla riqual­i­fi­cazione del verde con l’inserimento di due limon­aie a ridos­so dei muri di con­teni­men­to di via Par­roc­chia. Pre­viste anche piante di oli­vo e una nuo­va alber­atu­ra in lec­cio sui mar­ci­apie­di per tut­to lo svilup­po di Piaz­za Statu­to e di cor­so Garibal­di. Il prog­et­to esam­i­na anche l’annoso prob­le­ma del­la sos­ta dis­or­di­na­ta dei bus a fian­co del­la Garde­sana. Una ram­pa scen­derà da cor­so Garibal­di nel­lo spazio retro munici­pio dove ver­rebbe cre­a­ta un’area di sos­ta tem­po­ranea per i pull­man tur­is­ti­ci. Par­ti­co­lare la creazione di due cor­ri­doi di pas­sag­gio attra­ver­so l’edificio munic­i­pale, lib­er­a­to dal super­me­r­ca­to. L’ultima idea del prog­et­to è la creazione di una grande super­fi­cie, pari a oltre trem­i­la metri quadri per lo più inter­rati, da des­tinare a zona espos­i­ti­va. La sug­ges­ti­va pro­pos­ta dell’amministrazione è quel­la di creare un grande acquario d’acqua dolce. Un’ipotesi all’avanguardia e di grande richi­amo tur­is­ti­co e sci­en­tifi­co-didat­ti­co. La real­iz­zazione di Piaz­za Statu­to e il cam­bi­a­men­to del­la via­bil­ità adi­a­cente di cor­so Garibal­di, tut­to in bilan­cio 2001 per 14 mil­iar­di, vedrebbe la com­parte­ci­pazione di pub­bli­co e pri­va­to con la ges­tione trenten­nale dell’opera a cari­co dei privati.