Allargamenti, rotatorie e ciclabili in direzione Riva

Tredici miliardi per la viabilità

02/03/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
cad.

La Provin­cia sta bru­cian­do le tappe nel com­pletare la cir­con­va­l­lazione arcense con la real­iz­zazione del tron­co nord? Bene: la giun­ta comu­nale non vuole restare al palo ed imprime un’ac­cel­er­a­ta all’at­te­so ammod­er­na­men­to del­la inter­na. Par­liamo delle strade del­la zona sud-ovest, ver­so Riva: quel­la delle Gra­zie e via S.Caterina, dove con­fluisce gran parte del traf­fi­co del­la nuo­va arte­ria e dove sboc­cherà la cir­con­va­l­lazione ovest di Riva: quin­di il traf­fi­co del­la Garde­sana lombarda.L’amministrazione Verone­si ha già a bilan­cio per quest’an­no gli oltre 13 mil­iar­di occor­ren­ti, com­pre­si i costi per sis­temare ed allargare alcune strade adi­a­cen­ti. Una sostanziosa fet­ta di mil­iar­di è sta­ta gira­ta dal­la Provin­cia in quan­to la gran parte del­la via­bil­ità inter­es­sa­ta ai lavori è di sua pro­pri­età. Il comune è inter­venu­to per evitare che gli inter­ven­ti ritardi­no di anni con il con­seguente ingol­fa­men­to del­la via­bil­ità già da tem­po a lim­i­ti insop­porta­bili. Il mag­gior impeg­no finanziario, attorno 5 mil­iar­di, e tec­ni­co sarà per via S.Caterina. Riguarderà il trat­to tra gli incro­ci di via Grande Cir­con­va­l­lazione e via S.Andrea (biv­io per Ceole), assai traf­fi­ca­to per la pre­sen­za di numerosi cen­tri comem­r­ciali ed attiv­ità arti­gianali. In questi due pun­ti ver­ran­no costru­ite due rota­to­rie con la doppia final­ità di rego­la­mentare agevol­mente i con­sis­ten­ti flus­si degli automezzi e di ridurne la veloc­ità. Accan­to vi saran­no delle piste pedonali e cicla­bili con bar­riere di pro­tezione e piante sem­pre­ver­di con fun­zione anti­smog ed antiru­more. Nel con­tem­po ver­rà rin­no­va­ta con 700 mil­ioni l’a­di­a­cente via Cerere che, rima­nen­do nelle dimen­sioni di quand’era stra­da inter­poderale, è diven­ta­ta lo sboc­co dei vici­ni inse­di­a­men­ti res­i­den­ziali, sor­ti sen­za le indis­pens­abili infra­strut­ture urban­is­tiche. Di notev­ole por­ta­ta anche la sis­temazione del­la stra­da delle Gra­zie, dal­la devi­azione per Varig­nano alla roton­da di Ceole. Con i 4 mil­iar­di e 200 mil­ioni del­la Provin­cia ver­rà allarga­ta e ret­ti­fi­ca­ta la stret­ta car­reg­gia­ta per­cor­sa in con­tin­u­azione da autotreni per la pre­sen­za del­la vic­i­na area arti­gianale. A lato, per l’in­tero trac­cia­to stradale, sarà costru­ito il man­cante mar­ci­apiede per met­tere in sicurez­za i numerosi pedoni, in gran parte diret­ti al san­tu­ario delle Gra­zie. A com­ple­ta­men­to, l’in­stal­lazione del­l’indis­pens­abile impianto di illu­mi­nazione pub­bli­ca. Analoghi saran­no gli inter­ven­ti per la stret­ta via Vit­to­rio Vene­to, che col­le­ga la provin­ciale all’abi­ta­to di Varig­nano. La spe­sa pre­ven­ti­va­ta è di oltre un mil­iar­do. Con la rapid­ità oper­a­ti­va impres­sa dal­la giun­ta del sin­da­co Rena­to Verone­si, i vari appalti par­ti­ran­no tra breve in modo da con­sen­tire l’avvio dei cantieri entro il mese di dicembre.