Approvato dai 21 di maggioranza il piano per il 2001

Trenta miliardi di opere pubbliche

03/03/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Dopo due sere di dibat­ti­to abbas­tan­za strac­co, il piano gen­erale delle opere pub­bliche del comune di Riva per gli anni 2001–2003 è sta­to approva­to con i 21 voti del­la mag­gio­ran­za, pre­sente al gran com­ple­to e com­pat­ta sul­la pro­pos­ta del vicesin­da­co Mat­teot­ti. Cinque i con­trari e due gli astenu­ti, Zam­bot­ti e Per­oni. Il piano elen­ca in 56 schede lavori pub­bli­ci per una trenti­na di mil­iar­di. 30 inter­ven­ti, per com­p­lessivi 21 mil­iar­di, sono clas­si­fi­cati pri­or­i­tari e da real­iz­zare nel cor­so di quest’an­no. Il pri­mo fra tut­ti prevede di spendere 200 mil­ioni per ren­dere agi­bile torre Apponale e per illu­minare le porte cit­ta­dine. La Comai bis è al ter­zo pos­to, segui­ta dal­l’il­lu­mi­nazione di piaz­za Tre Novem­bre, lun­go­la­go Mari­nai d’I­talia, piaz­za Cate­na e piaz­za san Roc­co. Ricom­pare la vari­ante di Campi, per 2 mil­iar­di; il mar­ci­apiede dal rione Degasperi a san Toma­so con rel­a­ti­va pista e quel­lo da via Venezia all’ex moli­no Ped­er­zol­li sul­la provin­ciale del­la Pasi­na (si trat­ta del pri­mo lot­to), cias­cuno con una spe­sa di 1 mil­iar­do, come la risis­temazione del­l’ele­mentare Per­ni­ci che ormai abbisogna, dopo più di tren­t’an­ni di ono­ra­to servizio, di un ammodernamento.

Parole chiave: