Saranno esposti lavori dedicati al Benaco In serata appuntamento con il teatro di Eliot

Trentatré opere d’arte per festeggiare i 500 anni del Duomo

13/07/2002 in Cultura
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
Salò

Oggi pomerig­gio, a Salò, ore 18, nel salone del­la Domus, ver­rà inau­gu­ra­ta la mostra «Il in 33 opere». Rimar­rà aper­ta fino al 18 agos­to, orario 9.30–12 e 15–19. In ser­a­ta, ore 21, all’in­ter­no del Duo­mo, la com­pag­nia di Desio () pre­sen­terà «Assas­sinio nel­la cat­te­drale» di Eliot. I due appun­ta­men­ti rien­tra­no nel cal­en­dario sti­la­to da mon­sign­or Francesco Andreis, dal­l’Am­min­is­trazione provin­ciale, da comune, , Comu­nità, Curia di Bres­cia, alber­ga­tori, com­mer­cianti, per cel­e­brare i 500 anni del Duo­mo, che è sta­to con­sacra­to il 18 otto­bre 1502. La pri­ma pietra del­la chiesa par­roc­chiale (prog­et­ta­ta da Fil­ip­po delle Vac­che, sul­lo stile di S.Anastasia a Verona) venne pos­ta nel­l’ot­to­bre 1453. Il com­ple­ta­men­to: una cinquan­ti­na d’an­ni dopo. La fac­cia­ta ester­na è rimas­ta grez­za. L’in­ter­no, a tre navate a cro­cera, svilup­pate su archi a ogi­va, è lun­go 62 metri e largo 20. Recen­te­mente sono sta­ti effet­tuati lavori di restau­ro. All’in­ter­no si trovano opere dei pit­tori Zenon Veronese, , , Andrea Celesti, Pao­lo Veneziano, Pal­ma il Gio­vane e Giambat­tista Trot­ti, det­to «Il Mal­os­so». «Le Dio­ce­si e le Provin­cie di Bres­cia, Verona e Tren­to, coi rispet­tivi vescovi, pres­i­den­ti e autorità, riv­ol­go­no anco­ra l’at­ten­zione al gioiel­lo ambi­en­tale che le avvic­i­na e le rende com­parte­cipi: il lago — sot­to­lin­ea mons. Andreis -. Nel ’99 si sono riu­nite a Riva per con­cen­trare l’at­ten­zione sui gio­vani, nel­la prospet­ti­va del­l’An­no Giu­bi­lare. E nel 2001 a Gar­da, sul­la spon­da ori­en­tale, nel nome di S.Vigilio. Ora si con­vo­cano a Salò, per i 500 anni del Duo­mo, uno stu­pen­do edi­fi­cio che affon­da le sue radi­ci nel­l’ac­qua». Alber­to Cav­al­li, pres­i­dente del­la Provin­cia: «La ricor­ren­za si arric­chisce di sig­ni­fi­cati spir­i­tu­ali e cul­tur­ali, di arte e devozione, di tes­ti­mo­ni­an­za e reli­giosità. Cinque sec­oli seg­nati dal­la vita di un’in­tera comu­nità che, del­la pro­pria ter­ra, ha dife­so val­ori e bellezze. Il Duo­mo di Salò rac­chi­ude tesori artis­ti­ci che ne fan­no il ful­cro d’at­trazione per il tur­is­mo». Stasera Cav­al­li e l’asses­sore Alessan­dro Sala saran­no pre­sen­ti all’in­au­gu­razione del­la mostra del­la Asso­ci­azione Mar­ti­no Dol­ci, sor­ta nell’82 a Bres­cia, con sede in via S.Faustino. Trenta­tre artisti han­no dona­to una loro opera, che ritrae uno scor­cio del lago. Si trat­ta di Emanuele Attana­sio, Ser­gio Baz­zana, Luciano Boni­ni, Euge­nio Busi, Sil­ve­stro Cap­pa, Simon­et­ta Cor­ni­ani, Enri­co Di Marko, Ettore Doni­ni, Ange­lo Faus­ti­ni, Ciro Gabriele, Ottori­no Gal­li­na, Ange­lo Gavez­zoli, Gio­van­ni Gia­cobone, Remo Lana, Giu­liana e Gian­lui­gi Magri, Lidia Mocanu, Gio­van­na Mot­ta, Anto­nio Pag­not­ta, Faus­to Redael­li, Lino Sanzeni, Gigi Sili­ni, Fil­ip­po Taman­ti­ni, Gior­dano Val­busa. In ser­a­ta il teatro con «Assas­sinio nel­la cat­te­drale». Il dram­ma di Eliot si riferisce all’uc­ci­sione nel 1170 del­l’ar­civesco­vo Thomas Beck­et a Can­ter­bury. Pur tenen­do con­to del con­testo stori­co, si man­i­fes­ta come con­flit­to spir­i­tuale del mar­tire di fronte alla morte immi­nente. Nei dialoghi e nel­l’azione del coro si avverte un’al­lu­sione ai dub­bi tor­men­tosi del Cristo nel­l’or­to del Get­se­mani. In set­tem­bre si ter­rà la pri­ma edi­zione del Fes­ti­val ded­i­ca­to a Mar­co Enri­co Bossi, il com­pos­i­tore salo­di­ano mor­to sul­la nave men­tre tor­na­va da un viag­gio negli Sta­ti Uni­ti. E saran­no esposte anche le tav­o­lette lignee che orna­vano la canonica.

Parole chiave: - -