TrentoDoc: il Metodo Classico di casa nostra sotto i riflettori

20/11/2013 in Senza categoria
Parole chiave: -
Di Luigi Del Pozzo

Dal 21 novem­bre fino all’8 dicem­bre è in pro­gram­ma «, Bol­licine sul­la Cit­tà», dod­i­ci giorni di incon­tri e degus­tazioni nel sug­ges­ti­vo pal­cosceni­co di Palaz­zo Roc­cabruna, ma anche nel cen­tro stori­co e nelle case spuman­tis­tiche del ter­ri­to­rio

Il cen­tro stori­co di Tren­to si prepara ad ospitare l’im­por­tante man­i­fes­tazione ded­i­ca­ta alla pro­duzione spuman­tis­ti­ca clas­si­ca del­la provin­cia. Con un restyling del­la for­mu­la e del nome, «Trentodoc, Bol­licine sul­la Cit­tà» si prepara a vivere, dal 21 novem­bre all’8 dicem­bre, la nona edi­zione di una man­i­fes­tazione, che rap­p­re­sen­ta una vera e pro­pria vet­ri­na per la pun­ta di dia­mante del­la pro­duzione vitivini­co­la trenti­na.

La cit­tà del Con­cilio, per l’occasione, si trasfor­ma in un grande salot­to dal­l’at­mos­fera mag­i­ca, resa ovat­ta­ta anche dalle luci del vici­no Mer­cati­no di Natale. In questo con­testo, fra le vie del cen­tro, è pos­si­bile avvic­i­nar­si al mon­do di Trentodoc, sceglien­do attra­ver­so una serie di appun­ta­men­ti.

Degus­tazioni: saran­no pro­poste per dod­i­ci giorni a Palaz­zo Roc­cabruna, l’Enoteca provin­ciale del Trenti­no, vero e pro­prio scrig­no del­la tradizione e del panora­ma eno­logi­co del­la provin­cia, con alcune per­le rap­p­re­sen­tate da vini di anna­ta dal grande val­ore sim­bol­i­co e di mer­ca­to. In mostra l’intera collezione.

Incon­tri con il Trentodoc: pro­pone un viag­gio nel mon­do del meto­do clas­si­co, come ad esem­pio “Impar­i­amo a degustare”, in pro­gram­ma il 28 e 30 novem­bre e il 5 e 7 dicem­bre alle 18 a Palaz­zo Roc­cabruna. Tante le occa­sioni per conoscere meglio sto­ria, gusti e lavo­razione delle bol­licine tren­tine, attra­ver­so l’in­con­tro diret­to con i pro­dut­tori e con gli esper­ti: il 28 novem­bre “Pecu­liar­ità del­la tipolo­gia ris­er­va e sue inter­pre­tazioni” a cura dell’AIS, il 29 novem­bre “Trentodoc Quore Ris­er­va 2008” a cura di Letrari, il 30 novem­bre “Ris­er­va-to per voi”, a cura delle can­tine Mon­fort, il 5 dicem­bre “Bian­co, rosato, ris­er­va: diamo il gius­to val­ore ad ogni tipolo­gia a cura dell’ASPI, il 6 dicem­bre “I nuovi col­ori del­l’A­bate: rosè, blanc e noir”, a cura del­l’azien­da Abate Nero, il 7 dicem­bre “Seg­ni par­ti­co­lari: meto­do, ter­ri­to­rio, mano” a cura del­la Con­fra­ter­ni­ta del­la vite e del di Tren­to. In con­comi­tan­za con l’evento e fino al 31 dicem­bre Palaz­zo Roc­cabruna ospiterà nelle sale del piano nobile la mostra fotografi­ca: “La car­toli­na delle Dolomi­ti: pre­mio Dino Buz­za­ti”, una rac­col­ta di oltre 100 scat­ti di fotografi pro­fes­sion­isti e dilet­tan­ti, ded­i­cati ai Mon­ti Pal­li­di e pre­miati per la loro sug­ges­tiv­ità.

Slow Food – Osterie d’I­talia 2014: il 25 novem­bre sono in pro­gram­ma la pre­sen­tazione del­la cele­bre gui­da e “Assag­gi d’os­te­ria”, fir­mati Trentodoc.

A tavola con Trentodoc: vede le bol­licine tren­tine pro­tag­o­niste di gus­tosi menù del ter­ri­to­rio, pro­posti pres­so l’Enote­ca provin­ciale dalle Strade del Vino e dei Sapori, in col­lab­o­razione con alcu­ni ris­toran­ti del ter­ri­to­rio, dal­la “Corte dei Tol­di” di Ter­zo­las a “El Pael” di Canazei, dall’”Hosteria Tobli­no” di Sarche all’agrit­ur “Vol­pa­ia” di Ver­miglio, dall’”Osteria stor­i­ca Morel­li” di Canez­za di Pergine alla “Pine­ta” di Tavon, al ris­torante “Cos­ta Sali­ci” di Cav­alese.

Trentodoc in can­ti­na: novità 2013, pro­pone sette even­ti orga­niz­za­ti nelle case spuman­tis­tiche tren­tine. Il 23 novem­bre, pres­so le Can­tine Rotari, sono in pro­gram­ma incon­tri gas­tro­nomi­ci tra eccel­len­ze come Trentodoc e Trent­in­grana; il 28 sarà pos­si­bile per­cor­rere l’evoluzione del­lo spumante dal­la “base” al prodot­to fini­to pres­so l’Enote­ca Con­cilio di Volano; il giorno dopo è la vol­ta di “Donne Dolomitiche”, con la stor­i­ca Luciana Pal­la, pres­so Maso Mar­tis e degus­tazioni a chilometri zero. Il 30 novem­bre, al mat­ti­no, la Can­ti­na Sociale di Tren­to pre­sen­terà “ZELL, il Trentodoc con la men­zione vigna”, men­tre in ser­a­ta spazio a “Trentodoc&Pizza”, l’incontro tra bol­licine tren­tine e un prodot­to sim­bo­lo del­l’i­tal­ian­ità, pres­so l’azien­da agri­co­la Moser. Il pri­mo dicem­bre andrà in sce­na, pres­so Can­tine Fer­rari, “Stelle e bolle nel piat­to” con lo show cook­ing di Alfio Ghezzi. Infine, il 6 dicem­bre, l’appuntamento è con “L’ospite nel bic­chiere”, una per­for­mance teatrale, a tema Altemasi, pres­so Cav­it.

Trentodoc in cit­tà: pro­pone la sera del 22 novem­bre “Trentodoc, Le Albere in fer­men­to”, hap­pen­ing musi­cale pres­so gli edi­fi­ci abi­ta­tivi a fian­co del Muse, ma anche degus­tazioni a tema in alcu­ni locali del cen­tro stori­co, che coin­vol­go­no case spuman­tis­tiche e pro­dut­tori gas­tro­nomi­ci, come lo Scrig­no del Duo­mo, il Tj bar, l’Old bar&food, il Duo ris­torante Tapas bar e il Bar Pasi.

In col­lab­o­razione con la locale Apt, è sta­to atti­va­to Trentodoc&Muse, uno spe­ciale pac­chet­to vacan­za con una pro­pos­ta che include l’ingresso al Museo delle Scien­ze, la visi­ta al cen­tro stori­co e ai Mer­ca­ti­ni di Natale e, soprat­tut­to, degus­tazioni e menù con le bol­licine di mon­tagna.

«Trentodoc, Bol­licine sul­la cit­tà» è orga­niz­za­to da Trenti­no Tur­is­mo e Pro­mozione, Isti­tu­to Tren­to Doc e dal­la Cam­era di Com­mer­cio I.A.A. in col­lab­o­razione con il Con­sorzio Vini del Trenti­no e con la parte­ci­pazione delle Strade del Vino e dei Sapori del Trenti­no.

(r.b.)

Parole chiave: -