Questa sera a Manerba del Garda. Al termine spettacolo pirotecnico

Tributo ai Pink Floyd

Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Grande suc­ces­so di pub­bli­co per i “Trib­u­ti” che l’am­min­is­trazione comu­nale di Maner­ba del Gar­da, attra­ver­so l’uf­fi­cio tur­is­ti­co di “Maner­ba Servizi Tur­is­ti­ci”, ha ded­i­ca­to nel cor­so di ques­ta estate ai vari grup­pi stori­ci del­la musi­ca inter­nazionale.

Un filone su cui il con­sigliere del­e­ga­to al tur­is­mo  con i suoi col­lab­o­ra­tori, sta incen­tran­do gli even­ti estivi sen­za dis­deg­nare appun­ta­men­ti con il Jazz e la musi­ca clas­si­ca di “Panora­mi sonori”.

Insom­ma un miix di appun­ta­men­ti musi­cali che ha reso l’es­tate manerbese fra le più alet­tan­ti del lago di Gar­da.

Big OneE ques­ta sera, ven­erdì 16 agos­to, toc­cherà ai “Big One” pro­porre, nel­lo sce­nario di Por­to Tor­chio, le migliori musiche dei Pink Floyd attra­ver­so uno show di tut­to rispet­to. al ter­mine grande spet­ta­coli pirotec­ni­co sul lago.

Un grup­po, quel­lo dei “Big One” che nasce nel 1990 da un prog­et­to ideato dal chi­tar­rista Elio Ver­ga che ha saputo cir­con­dar­si da alcu­ni tra i più dinam­i­ci musicisti del panora­ma nazionale per l’esecuzione del­la musi­ca dei Pink Floyd.

La for­mazione attuale è com­pos­ta da: Leonar­do De Muzio (chi­tar­ra solista e can­to), Elio Ver­ga (chi­tarre), Clau­dio Pigarel­li e Ste­fano Righet­ti (piano, ham­mond, synth), Pao­lo Iem­mi (bas­so e can­to), Alessan­dro Ian­nan­tuoni (bat­te­ria e per­cus­sioni), Mar­co Scot­ti (sax). Spe­cial guests Rossana D’Au­ria e Deb­o­ra Fari­na (cori).

Avval­en­dosi di una orga­niz­zazione man­age­ri­ale, qual­i­fi­cati tec­ni­ci audio/video e strut­ture pro­fes­sion­ali, i Big One® han­no allesti­to con suc­ces­so numerosi gran­di trib­u­ti ai quali sono con­venu­ti da tutt’Italia migli­a­ia di esti­ma­tori del­la musi­ca pink­floy­di­ana.

Tra questi il fonda­tore del grup­po ha orga­niz­za­to impor­tan­ti con­cer­ti al TEATRO ROMANO di Verona nel set­tem­bre del 2001, al TEATRO GRECO di Taormi­na nell’agosto del 2003 e al TEATRO ROMANO di Verona nel set­tem­bre del 2005 dove i Big One han­no reg­is­tra­to un DVD (Live at Teatro Romano) che si è piaz­za­to in alte posizioni di dis­tribuzione (sono state ven­dute più di 10.000 copie in Italia ed all’es­tero) ed è sta­to accolto con lus­inghieri apprez­za­men­ti dal­la crit­i­ca musi­cale, dal­la stam­pa e da tut­ti i fans del­la musi­ca dei Pink Floyd.

Tra i locali più pres­ti­giosi in cui il grup­po si è esi­bito, i Big One han­no avu­to il piacere di tenere una deci­na di con­cer­ti nel famoso BLUE NOTE di Milano, noto­ri­a­mente conosci­u­to come una delle migliori sedi per fare musi­ca a liv­el­lo europeo.

Il reper­to­rio pro­pos­to negli spet­ta­coli attinge a piene mani dai clas­si­ci di tut­ta la pro­duzione del grup­po inglese, spazian­do dal peri­o­do psichedeli­co dei pri­mi anni 70 fino agli album più recen­ti, e ha come obi­et­ti­vo la ripro­duzione il più fedele pos­si­bile di sonorità e arran­gia­men­ti che han­no fat­to la sto­ria del­la musi­ca rock.

Parole chiave: