Il Comune vuole bonificare l’isola dai detriti e dalle polveri esplosive e trasformarla in area per immersioni. Sabato operazione «fondali puliti» e presentazione del film sul Garda

Trimelone riserva naturale per i sub

06/06/2002 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Brenzone

Si svol­gerà saba­to, a par­tire dalle 10, davan­ti al Comune di Bren­zone, la sec­on­da edi­zione del­la man­i­fes­tazione inti­to­la­ta «fon­dali puli­ti», per sen­si­bi­liz­zare l’opinione pub­bli­ca sul­la sal­va­guardia del lago. La man­i­fes­tazione, che si è con­cretiz­za­ta gra­zie al con­trib­u­to dell’amministrazione, degli oper­a­tori eco­nomi­ci locali e del­la , vedrà i sub­ac­quei coor­di­nati dall’istruttore Gian­ni Calafà immerg­er­si fino a dieci metri di pro­fon­dità per recu­per­are mate­ri­ali non biodegrad­abili spar­si lun­go un trat­to di fon­dale di cir­ca 500 metri. Nel cor­so dell’immersione ver­ran­no rac­colti anche mate­ri­ali bio­logi­ci, che saran­no clas­si­fi­cati e illus­trati ai pre­sen­ti dal biol­o­go Daniele Zani­ni. Già nel­la pas­sa­ta edi­zione era sta­ta riscon­tra­ta la pre­sen­za, in mez­zo a mol­luschi, crosta­cei, alghe e piante supe­ri­ori, anche del «Pyr­gu­la annu­la­ta», un gas­teropode (del­la stes­sa famiglia delle lumache) la cui pre­sen­za è il seg­nale con­for­t­ante di buona qual­ità delle acque. Di con­tro era risul­ta­ta anco­ra a ris­chio l’abbondante fior­it­u­ra di alghe fil­a­men­tose. Nel­la pri­ma edi­zione di «Fon­dali Puli­ti» era sta­ta trova­ta anche l’«Elodea nutal­lii», una pianta orig­i­nar­ia del Nor­damer­i­ca che tro­va il pro­prio habi­tat nei bassi fon­dali e si sta dif­fonden­do rap­i­da­mente sul Gar­da. In quel­la stes­sa cir­costan­za era sta­to effet­tua­to anche un inter­ven­to di pulizia del «Vaio Rio del­la Valle», ese­gui­to gra­zie all’intervento del servizio fore­stale del­la . Gra­zie a ques­ta oper­azione di ripristi­no ora ver­rà fat­to il ten­ta­ti­vo di ripopo­lare il “Vaio Rio del­la Valle”, che ha tutte le carat­ter­is­tiche del luo­go ide­ale, con il pre­li­ba­to gam­bero di lago. Nel­la parte pomerid­i­ana del­la man­i­fes­tazione, alle 16, ver­rà pre­sen­ta­to nel­la sala con­sil­iare del comune il fil­ma­to sub­ac­queo del dal tito­lo «Il mare dolce», volu­to dall’Amministrazione comu­nale di Bren­zone per dis­tribuir­lo alle scuole del com­pren­so­rio e alle strut­ture muse­ali come mate­ri­ale didat­ti­co. Il com­men­to sci­en­tifi­co è a cura del biol­o­go Daniele Zani­ni, le riprese sono di Alber­to Pen­na. Per chiari­men­ti sulle tec­niche d’immersione sporti­va in acqua dolce saran­no a dis­po­sizione Gian­ni Calafà e Loren­zo Parisi. «Abbi­amo pen­sato al video come ad un utile stru­men­to per sen­si­bi­liz­zare la popo­lazione e i ragazzi sul tema del­la tutela ambi­en­tale» ha det­to il sin­da­co Gio­van­ni Zap­palà, sot­to­lin­e­an­do che tra gli obi­et­tivi dell’Amministrazione comu­nale ci sarebbe anche il recu­pero dell’isola Trimel­one, attual­mente non acces­si­bile per la pre­sen­za, sul fon­dale cir­costante, di peri­colosi detri­ti e residui di polveri esplo­sive. Una vol­ta boni­fi­ca­ta l’isola Trimel­one potrebbe diventare una ris­er­va nat­u­rale per i sub ma su questo il sin­da­co avan­za anche l’ipote­si di indire un con­cor­so di idee.

Parole chiave: