Sarà dedicato completamente alle musiche di Astor Piazzola il concerto del “Trio della Signora” in programma per martedì sera, 14 agosto, nella chiesa parrocchiale di Maguzzano di Lonato.

Trio della Signora

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

Sarà ded­i­ca­to com­ple­ta­mente alle musiche di Astor Piaz­zo­la il con­cer­to del “Trio del­la Sig­no­ra” in pro­gram­ma per mart­edì sera, 14 agos­to, nel­la chiesa par­roc­chiale di Maguz­zano di Lona­to. L’appuntamento rien­tra nelle cel­e­brazioni di patrona del­la par­roc­chia di Maguz­zano. Nel cor­so del­la ser­a­ta, con inizio alle ore 21 –ingres­so libero – il trio, com­pos­to da Euge­nia Mari­ni (fis­ar­mon­i­ca e ban­do­neon), Eliana Gin­toli (vio­lon­cel­lo) e Omar Lonati (con­tra­b­bas­so) eseguirà brani famosi e cele­bri di Piaz­zo­la come Anni di soli­tu­dine, Milon­a­ga del Angel, Muerte del Angel, Con­tra­ba­jis­si­mo, Escu­do, Tris­tan­go, Fuga y mis­te­rio, Vio­len­tan­go, Inver­no porteno, Tan­ti anni pri­ma, Lib­er­tan­go e, Tan­go Remem­brance di Piaz­zo­la e Calan­drel­li. Il Trio nasce da una fre­quen­tazione artis­ti­ca dei tre musicisti di Astor Piaz­zo­la. Alla ricer­ca degli spun­ti più rif­lessivi e più inten­si nel reper­to­rio piaz­zol­lano, il Trio par­ti­co­lare ed incon­sue­to nel suo organ­i­co, pro­pone pagine dense di inten­sa e indi­men­ti­ca­bile emozione. Euge­nia Mari­ni è una delle fis­ar­moni­ciste clas­siche più sti­mate a liv­el­lo inter­nazionale. Recen­te­mente ha parte­ci­pa­to con Mil­va a l’Orchestra da Cam­era di Pado­va e del Vene­to ad una tournée nelle più impor­tan­ti sale da con­cer­to tedesche e ital­iane. Eliana Assia Gin­toli, che è docente di vio­li­no pres­so l’Accademia G. Rossig­ni di Bus­to Arsizio, ha recen­te­mente ese­gui­to “Vio­lon­celles vibrez” di Gio­van­ni Sol­li­na in pri­ma ese­cuzione nazionale accom­pa­g­na­ta dall’Orchestra “I Filar­moni­ci” pres­so l’Auditorium del Palaz­zo dei Con­gres­si di Lugano. Omar Lonati è pri­mo con­tra­b­bas­so solista dell’Orchestra di Clas­si­ca. Lonati suona un pregev­ole con­tra­b­bas­so del­la fine del ‘700 di prove­nien­za boe­ma gen­til­mente con­ces­sogli dall’Accademia Tadi­ni di Lovere dove, tra l’latro, è tito­lare del­la cat­te­dra di contrabbasso.

Parole chiave: -