Ad «Aliment», nello stand dedicato al caffè, si è conclusa la qualificazione al tricolore. Laura Martinelli vince la finale bresciana dei baristi

Tris Moka, il titolo va a Paratico

22/02/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Anche quest’anno Tris Moka è rius­ci­ta ad atti­rare l’attenzione del grande pub­bli­co pre­sente alla fiera «Ali­ment & Attrez­za­ture» che si è chiusa ieri al Cen­tro Fiera del Gar­da di Montichiari.Naturalmente non solo baristi e ris­tora­tori affolla­vano lo stand dell’azienda spe­cial­iz­za­ta in caf­fè, ma anche pro­fes­sion­isti di altre cat­e­gorie e sem­pli­ci curiosi, tele­vi­sioni e gior­nal­isti. Già, per­ché la man­i­fes­tazione pro­pos­ta da Tris Moka ha coin­volto in maniera piacev­ole e curiosa, facen­do nascere in numerosi baristi la voglia di conoscere le nuove tec­niche per offrire un buon caf­fè o un cap­puc­ci­no, tradizionale o decorato.Lo spazio del­la Tris Moka ha accolto anche due per­son­ag­gi conosciu­ti dal grande pub­bli­co come e Gian­fran­co Vis­sani. Entram­bi han­no avu­to parole pos­i­tive e un sin­cero apprez­za­men­to per l’impegno nel­la cre­ativ­ità e for­mazione che Tris Moka sta offren­do alla cat­e­go­ria dei pub­bli­ci eser­cizi. In par­ti­co­lare, Gio­van­ni Rana ha parte­ci­pa­to ad un pic­co­lo sem­i­nario sul­la dec­o­razione di cap­puc­ci­ni facen­done anche uno con l’aiuto del cam­pi­one ital­iano Andrea Lat­tua­da, istrut­tore del­la Tris Moka per i cor­si di for­mazione per baristi.Tris Moka ha anche ospi­ta­to la finale bres­ciana di qual­i­fi­cazione al cam­pi­ona­to ital­iano ris­er­va­to ai baristi di caf­fet­te­ria. In finale sono arrivati cinque dei dieci baristi che domeni­ca e lunedì si sono con­frontati seguen­do le regole del WBC (cam­pi­ona­to del mon­do dei baristi).In ordine di gara sono sta­ti: Anna Belot­ti del­la pas­tic­ce­ria Amal­fi di Adro; Maria Espos­i­to del Ris­torante Leon d’Oro di Iseo (attuale cam­pi­ones­sa bres­ciana, vincitrice del­la scor­sa edi­zione); Valenti­na Saleri del bar Saleri di Bres­cia; Dani­la Franchi del Agri­t­ur­is­mo Vil­la Giu­liana di Ome; Lau­ra Mar­tinel­li del bar Agip di Parati­co (uni­ca don­na rius­ci­ta ad arrivare sul podio alle finali nazionali).Quest’anno, dunque, sono state le donne a monop­o­liz­zare la finale al Cen­tro Fiera del Garda.La gara per arrivare pri­mi è sta­ta vera­mente agguer­ri­ta e sicu­ra­mente per i quat­tro giu­di­ci gus­ta­tori non è sta­to sem­plice decidere la migliore per­ché tutte e cinque le ragazze era­no decise a vincere.I giu­di­ci oltre a caf­fè e cap­puc­ci pre­visti dal rego­la­men­to si sono visti offrire al tavo­lo bevande per­son­al­iz­zate e cre­ative alcune di notev­ole inter­esse fra le quali la bevan­da di Valenti­na Saleri chia­ma­ta “Capogiro” com­pos­ta nat­u­ral­mente da un espres­so, da mas­car­pone, pan­na e cre­ma di gela­to, o quel­la di Maria Espos­i­to com­pos­ta da scirop­po di men­ta bian­ca, car­damo­mo, cioc­co­la­ta cal­da aro­m­a­tiz­za­ta alla can­nel­la e oro 18 carati in pol­vere per arric­chire la stessa.O quel­la di Dani­la Franchi chia­ma­ta B&B, com­pos­ta da zuc­chero di can­na, pan­na liq­ui­da, cacao amaro e men­ta liquida.Alla fine si sono bat­tute per il pri­mo pos­to Anna Belot­ti del­la pas­tic­ce­ria Amal­fi di Adro e la vet­er­ana Lau­ra Mar­tinel­li del bar Agip di Paratico.L’esperienza e la tran­quil­lità ha fat­to prevalere e vin­cere Lau­ra Mar­tinel­li elet­ta così cam­pi­ones­sa bres­ciana. Entrambe han­no ora qua­si un anno di tem­po per allenar­si nel cen­tro di for­mazione del­la Trismo­ka per il cam­pi­ona­to ital­iano e rap­p­re­sentare al meglio la provin­cia di Bres­cia e la Tris Moka stessa.Paolo Uber­ti, ammin­is­tra­tore di Tris Moka e ideatore dell’evento a Bres­cia si è dichiara­to molto sod­dis­fat­to del­la pre­sen­za di pub­bli­co, di media e per la disponi­bil­ità dimostra­ta dal­la provin­cia di Bres­cia nel patrocinare questo impor­tante evento.Ha inoltre sot­to­lin­eato che l’impegno pro­fu­so da Tris Moka nel­la for­mazione pro­fes­sion­ale e la disponi­bil­ità e il cor­ag­gio di questi 10 baristi che si sono dati battaglia ad Ali­ment, potreb­bero portare a Bres­cia il tito­lo italiano.

Parole chiave: