Torna domani l’appuntamento sportivo, limitazioni al traffico per le tre prove

Trofeo di triathlonsaranno 600 al via

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
G.B.

Grande appun­ta­men­to sul lago di Gar­da per gli appas­sion­ati di triathlon: alle 12.30 di domani, infat­ti, pren­derà il via l’undicesima edi­zione del Tro­feo Cit­tà di Peschiera, la pri­ma con una ded­i­ca par­ti­co­lare. «È per Enri­co Fasoli, un grande ami­co oltre che una per­sona stra­or­di­nar­ia che ci ha las­ci­a­to qualche mese fa», spie­ga Mau­r­izio Zur­ma tra gli ideatori del­la com­pe­tizione. «Lui ha sem­pre cre­du­to e sostenu­to ques­ta man­i­fes­tazione. Mi è sem­bra­to gius­to e doveroso cogliere anche ques­ta occa­sione per ricor­dar­lo con un pre­mio spe­ciale: un tro­feo inti­to­la­to a lui che ver­rà asseg­na­to ai pri­mi clas­si­fi­cati, uomo e don­na, veronesi».Circa 600 gli atleti atte­si al nas­tro di parten­za del Triathlon di Peschiera, gara val­i­da per il cam­pi­ona­to ital­iano di soci­età. Impor­tante l’impegno orga­niz­za­ti­vo, che si è avval­so anche del patrocinio, oltre che del­la Fed­er­azione ital­iana triathlon, di Comune di Peschiera, Provin­cia di Verona e Regione.«Abbiamo avu­to anche la col­lab­o­razione delle ammin­is­trazioni comu­nali dei ter­ri­tori lim­itrofi attra­ver­sa­ti dal­la gara: Pon­ti sul Min­cio, Mon­zam­bano e Poz­zolen­go», pros­egue Zur­ma. «E voglio sot­to­lin­eare e ringraziare il grande lavoro delle molte asso­ci­azioni aril­i­cen­si e non che si sono prestate a fare da sup­por­to alla man­i­fes­tazione. Tra queste anche Pro loco, Croce Rossa e la dell’Associazione nazionale di cui face­va parte Enri­co Fasoli. Ma l’elenco com­ple­to é lunghissi­mo», com­men­ta l’organizzatore, «ed è una cosa di cui sono molto orgoglioso».Il triathlon pren­derà il via dal molo ester­no del por­to di Peschiera: 1500 metri per la pri­ma frazione di nuo­to che porterà gli atleti a risalire nel­lo spazio di Por­ta Bres­cia. Per­cor­so inusuale rispet­to a quel­lo degli altri anni: il liv­el­lo alto dell’acqua con­sente, infat­ti, l’utilizzo dei canali interni del­la fortez­za. Da Por­ta Bres­cia i con­cor­ren­ti par­ti­ran­no per i 40 chilometri del­la frazione ciclis­ti­ca che si adden­tra nell’entroterra garde­sano pri­ma di ritornare a Por­ta Bres­cia da dove si ripar­tirà per i 10 chilometri di cor­sa a pie­di, ulti­ma parte del­la gara.«Le pre­mi­azioni avran­no luo­go intorno alle 16. Per quell’ora con­ti­amo di aver chiu­so tut­ta la parte ago­nis­ti­ca», riprende Zur­ma. «A questo propos­i­to spero che i miei concit­ta­di­ni e i tur­isti di Peschiera sapran­no avere un po’ di pazien­za per l’inevitabile dis­a­gio causato dal­la chiusura per qualche ora delle strade del cen­tro: è lo scot­to inevitabile per pot­er ospitare questi even­ti che han­no, però, d’altro can­to il grande pre­gio di con­tribuire a far conoscere e apprez­zare Peschiera e il lago di Gar­da ad un numero sem­pre più vas­to di persone».

Parole chiave: -