Castiglione ora si sente accerchiata

Troppi centri commerciali sui confini

09/05/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giorgio Guaita

Due gran­di strut­ture di ven­di­ta potreb­bero sorg­ere nel Bres­ciano, appe­na oltre il con­fine man­to­vano, e Cas­tiglione, che rischia di essere accer­chi­a­ta, lan­cia l’al­larme. Uno dei prog­et­ti prevede un grosso inse­di­a­men­to in area Valen­ti­ni di Montichiari.Qui dovrebbe sorg­ere un enorme cen­tro com­mer­ciale inte­gra­to con attiv­ità di intrat­ten­i­men­to e di sva­go. Le super­fi­ci com­mer­ciali, che com­pro­n­dono anche un iper­me­r­ca­to con prodot­ti ali­men­ta­ri, super­a­no i 20mila metri qua­drati; quelle ded­i­cate a mul­ti­sala per proiezioni cin­e­matogra­fiche, a pub­bli­ci eser­cizi e ad attiv­ità per il tem­po libero super­a­no i 17 mila.E anco­ra di mag­giori dimen­sioni potrebbe essere il cen­tro pro­gram­ma­to in local­ità Cam­pag­no­li di Lona­to, sul­la stra­da che col­le­ga Cas­tiglione delle Stiviere a Desen­zano. Per­al­tro corre voce che anche la dis­cote­ca Genux, sem­pre in local­ità Cam­pag­no­li, potrebbe trasfor­mar­si in mod­erne mul­ti­sale cinematografiche.La richi­es­ta di autor­iz­zazione per il prog­et­to di Mon­tichiari sarà esam­i­na­to ques­ta mat­ti­na, alle 10, in Regione in una con­feren­za di servizi. Sarà esam­i­na­ta la con­for­mità urban­is­ti­ca. La Con­fe­ser­centi di Bres­cia, come quel­la di Man­to­va, ha già espres­so parere neg­a­ti­vo, temen­do pesan­ti riper­cus­sioni sul­la zona.Anche l’asses­sore alle attiv­ità pro­dut­tive di Cas­tiglione Rober­to Morat­ti, che sta­mane parteciperà alla riu­nione di , ha man­i­fes­ta­to la sua con­tra­ri­età all’inse­di­a­men­to dei due maxi cen­tri com­mer­ciali. «Tut­ti i comu­ni — ha osser­va­to Morat­ti — stan­no cer­can­do di riv­i­tal­iz­zare i loro cen­tri stori­ci e ora queste inizia­tive minac­ciano di van­i­fi­care gli sforzi e di snat­u­rare la vita dei nos­tri pae­si. Riconosco la pos­i­tiv­ità del­l’in­cre­men­to delle strut­ture di intrat­ten­i­men­to ma la real­iz­zazione di mega impianti com­mer­ciali potrebbe pro­durre neg­a­tivi effet­ti sui pic­coli pub­bli­ci eser­cizi. E’ poi implic­i­to che una debole o scarsa pre­sen­za del servizio com­mer­ciale in un cen­tro stori­co meno fre­quen­ta­to inde­bolisce le relazioni sociali e un effi­cace pre­sidio del territorio».

Parole chiave: