Il comitato Monte Oro ha depositato il ricorso con richiesta di sospensiva immediata

Tunnel corto» della variante ovest: la decisione spetta al Tar

30/12/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Il «comi­ta­to Monte Oro», dopo mesi di “trincea”, è pas­sato all’ ”artiglieria pesante” nel­la battaglia con­tro il prog­et­to che prevede il “tun­nel cor­to” nel­la vari­ante ovest di Riva. Pochi giorni fa, infat­ti, l’avvo­ca­to Ser­gio Dra­gogna, che assiste i cen­si­ti cos­ti­tuitisi in comi­ta­to, ha deposi­ta­to alla can­cel­le­ria del Tri­bunale Ammnin­is­tra­ti­vo Regionale il ricor­so con richi­es­ta di sospen­si­va imme­di­a­ta alla pro­ce­du­ra del prog­et­to del­la vari­ante stes­sa. Lo scor­so luglio, sot­to il per­go­la­to del­la casa di Alber­to Mag­a­nzi­ni, i mem­bri del neona­to comi­ta­to si era­no riu­ni­ti per illus­trare tut­ti i “con­tro” di un prog­et­to che, a dir loro, non solo non risolverà i prob­le­mi di Riva, ma ne creerà di nuovi e dev­as­tan­ti per la vivi­bil­ità del­la zona e per la salute pub­bli­ca. In quel­l’oc­ca­sione, era­no sta­ti chiari: «Se il con­siglio comu­nale darà il suo assen­so al prog­et­to ricor­rere­mo al Tar». Det­to, fat­to. Il ricor­so ha come obi­et­ti­vo pri­or­i­tario quel­lo di “fer­mare” il “tun­nel cor­to”, quel­lo che sbucherebbe pro­prio su via Monte Oro. Si con­tes­tano i meto­di («Nes­suno ci ha mai infor­mati su come sta­va andan­do avan­ti il prog­et­to») e anche l’at­teggia­men­to del­la Provin­cia che, ha det­ta del comi­ta­to, avrebbe lan­ci­a­to una sor­ta di ulti­ma­tum al comune di Riva: «o tun­nel cor­to o non se ne fa nul­la». Nel ricor­so, inoltre, l’avvo­ca­to Dra­gogna sot­to­lin­ea come il con­siglio comu­nale abbia espres­so parere favorev­ole anche su par­ti del prog­et­to che non risul­tano con­for­mi al piano urban­is­ti­co com­pren­so­ri­ale e al prg. Ma non finisce qui. Tra le argo­men­tazioni pre­sen­tate dal legale bolzani­no ci sono anche quelle sec­on­do cui sareb­bero sta­ti nec­es­sari il parere del «Via», mai richiesto, e una relazione geo­log­i­ca inte­gra­ti­va anziché quel­la idro­ge­o­log­i­ca e geot­ec­ni­ca fir­ma­ta da Lino Gen­tili­ni, che geol­o­go non è.