Fontana e Magoni: impegno a tutto campo per sostenere il settore

Turismo, bando da 17 milioni di euro per strutture ricettive.

10/07/2020 in Attualità
Parole chiave:
Di Redazione

È sta­to pub­bli­ca­to oggi sul Bol­let­ti­no Uffi­ciale di (Burl) il ban­do che prevede uno stanzi­a­men­to di 17 mil­ioni per la real­iz­zazione e la riqual­i­fi­cazione di strut­ture ricettive alberghiere e strut­ture ricettive non alberghiere all’aria aper­ta. L’o­bi­et­ti­vo è pro­muo­vere prog­et­ti di eccel­len­za e favorire la real­iz­zazione e la riqual­i­fi­cazione di strut­ture ricettive alberghiere (alberghi o hotel, res­i­den­ze tur­is­ti­co-alberghiere, alberghi dif­fusi e cond­ho­tel) e strut­ture ricettive non alberghiere all’aria aper­ta (vil­lag­gi tur­is­ti­ci, campeg­gi e aree di sosta).

Dopo mesi dif­fi­cili — sot­to­lin­eano il pres­i­dente Attilio Fontana e l’asses­sore regionale al Tur­is­mo, Mar­ket­ing Ter­ri­to­ri­ale e Moda, Lara Mag­o­ni — siamo impeg­nati a tut­to cam­po per sostenere il set­tore tur­is­ti­co. Ques­ta misura garan­tisce nuo­va lin­fa all’of­fer­ta ricetti­va del nos­tro ter­ri­to­rio. Un ulte­ri­ore seg­nale mira­to a far ‘ripar­tire’ il com­par­to e guardare al futuro con mag­giore ottimis­mo. Le mon­tagne, i laghi e le cit­tà d’arte del­la Lom­bar­dia sono da sem­pre accogli­en­ti e attrat­tive, siamo impeg­nati al mas­si­mo per con­tin­uare a far sì che questi luoghi siano sem­pre protagonisti”.

Lo stanzi­a­men­to di 17 mil­ioni di euro è ded­i­ca­to alle micro, pic­cole e medie imp­rese: le domande potran­no essere pre­sen­tate da mart­edì 21 luglio sino giovedì 15 otto­bre 2020.
La misura finanzierà al 50% e a fon­do per­du­to prog­et­ti per un inves­ti­men­to min­i­mo com­p­lessi­vo di 80.000 euro, con la pos­si­bil­ità di rice­vere un con­trib­u­to mas­si­mo fino a 200.000 euro per prog­et­ti che rien­tri­no nei seguen­ti macrote­mi: enogas­trono­mia & food expe­ri­ence; natu­ra & green; sport & tur­is­mo atti­vo; terme & benessere; fash­ion & design; busi­ness con­gres­si & incentive.Le domande devono essere pre­sen­tate esclu­si­va­mente in for­ma telem­at­i­ca, acce­den­do alla piattafor­ma www.bandi.servizirl.it e com­pi­lan­do l’ap­posi­ta mod­ulis­ti­ca. Per tutte le infor­mazioni sul provved­i­men­to è pos­si­bile con­sultare il link: ban­do tur­is­mo aree aperte.

La Lom­bar­dia ha tutte le poten­zial­ità per ripar­tire più forte di pri­ma — aggiunge Lara Mag­o­ni — e ricon­quistare la lead­er­ship tur­is­ti­ca che ave­va guadag­na­to gra­zie alla qual­ità del­l’of­fer­ta e alle bellezze dei suoi ter­ri­tori. Il nos­tro set­tore è sta­to quel­lo che più di tut­ti ha risen­ti­to di ques­ta ter­ri­bile pan­demia. Tante realtà sono state costrette a una pausa forza­ta. Anche questo ban­do è il nos­tro modo di dire agli oper­a­tori che occorre cer­to respon­s­abil­ità, ma soprat­tut­to fidu­cia, per tornare a credere e a inve­stire nel domani, nel nos­tro ter­ri­to­rio, in noi stessi”.

Non pen­si­amo — sot­to­lin­ea l’asses­sore — che con­tribu­ti ‘a piog­gia’, come il Gov­er­no ha pen­sato di fare, pos­sano real­mente cam­biare la situ­azione di chi in questi mesi ha per­so tan­to, a volte qua­si tut­to. Cre­di­amo invece che sia nec­es­sario un nuo­vo slan­cio, e che il com­pi­to di Regione Lom­bar­dia sia ren­der­lo pos­si­bile e sostenerlo”.

Per questo moti­vo — spie­ga — abbi­amo deciso di des­tinare 17 mil­ioni di euro a oper­a­tori e impren­di­tori che scel­go­no con cor­ag­gio e lungimi­ran­za di credere nel­la ripresa. Si trat­ta di una misura molto impor­tante, che siamo orgogliosi di pot­er met­tere a dis­po­sizione in un momen­to par­ti­co­lar­mente delicato”.

Parole chiave: