La Comunità del Garda ha chiesto alla Regione di finanziare un progetto tramite Internet

Turismo: l’fferta del Benaco va messa nella rete

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
s.z.

La ha chiesto alla Regione di finanziare cinque prog­et­ti per pro­muo­vere il tur­is­mo. Gli inter­ven­ti (60% del cos­to al Pirellone, 40% al richiedente) riguardano inizia­tive edi­to­ri­ali. Nei prossi­mi giorni arriverà una rispos­ta da . Il pri­mo prog­et­to riguar­da il por­tale del­la Comu­nità www.lagodigarda.it. L’o­bi­et­ti­vo è di pre­sentare in rete un’of­fer­ta com­ple­ta del prodot­to tur­is­ti­co del­l’in­tero baci­no. Al momen­to esistono vari con­sorzi di alber­ga­tori e oper­a­tori, che viag­giano in pro­prio. «Il cam­panil­is­mo e il frazion­a­men­to — spie­ga il notiziario del­la Comu­nità, pre­siedu­ta da — ne impedis­cono spes­so la pre­sen­tazione in maniera glob­ale, cre­an­do dis­ar­monie di immag­ine e con­fu­sione. «La poten­ziale vis­i­bil­ità di Inter­net e la tec­nolo­gia svilup­pa­ta, che alla parte redazionale di infor­mazione e pro­mozione del ter­ri­to­rio unis­cono un potente motore di e‑commerce, capace di gestire disponi­bil­ità di alberghi e servizi fino alla ven­di­ta on line, ren­dono oggi pos­si­bile l’u­ti­liz­zo di un nuo­vo canale, veloce e sicuro, per uten­ti e oper­a­tori». Si trat­ta insom­ma del­l’at­tuazione del­la pro­pos­ta del­la Easy Lake di Desen­zano, che pun­ta alla com­mer­cial­iz­zazione delle camere degli hotel, e che ave­va sus­ci­ta­to polemiche. «La lun­ga pausa di un anno è servi­ta ad affinare e a per­fezionare i pun­ti d’intesa. Res­ta inte­so che aderire alla con­ven­zione è un fat­to di lib­era scelta» per le Asso­ci­azioni del­la riv­iera bres­ciana, veronese e trenti­na. A sup­por­to ver­rà uti­liz­za­to un serv­er di pro­pri­età, con un sis­tema di sicurez­za fire­wall, un data base per gli uten­ti e un col­lega­men­to Inter­net con lin­ea esclu­si­va. Acces­so con pass­word e user­name in ital­iano, inglese, tedesco. L’al­ber­ga­tore, il tito­lare di un agri­t­ur­is­mo, di un vil­lag­gio o di un res­i­dence, ecc. potran­no inserire testi e foto del­la loro strut­tura, indi­care la disponi­bil­ità di posti, offrire servizi com­ple­men­tari. La ges­tione di preno­tazioni e vouch­er sarà auto­mat­i­ca. Il sec­on­do prog­et­to riguar­da la car­ta nau­ti­ca e stradale del lago, in col­lab­o­razione con la De Agos­ti­ni di Novara. Ver­rà aggior­na­ta una prece­dente pub­bli­cazione, in scala 1 : 250.000. E sarà inseri­ta in Inter­net. Richi­esti poi alla Regione i finanzi­a­men­ti per tre guide didat­tiche: «Le limon­aie», «Le ville romane» e «I musei».

Parole chiave: -